Arte e scienza in un abbraccio espositivo mediante le opere di 36 artisti. Una maxi collettiva incentrata sul tema della Relativit , organizzata dall’associazione Concerto d’Arte Contemporanea. “Relativity” è infatti il titolo della manifestazione che si svolge al PaRDeS Laboratorio di Ricerca D’arte Contemporanea, a Mirano, in provincia di Venezia (via Miranese, 42). In mostra non solo opere site specific ma anche dipinti, fotografie, sculture, video e installazioni ambientali. Inoltre previsti incontri, concerti, presentazioni di libri, workshop, laboratori di pratica filosofica, teatro e spettacoli.
A rappresentare Napoli, Carla Viparelli. Da filosofa diviene, strada facendo, pittrice e scultrice. Vive e lavora tra Napoli e Maratea; gli esordi artistici si hanno a Napoli, estendendosi poi in Italia e all’Estero. Da sempre l’artista partenopea gioca con i simboli offrendo al pubblico spunti nuovi su cui interrogarsi.
L’arte concettuale di Viparelli trova fondamento nella filosofiae nel geometrismo in un continuo e armonico rapporto tra lo spazio e il tempo. Il linguaggio, con le lettere e con le infinite interpretazioni, sono fondamentali per l’artista che cerca sempre di andare oltre il confine del quadro.
L’esposizione di Mirano, con gli eventi a essa correlati, a cura di Maria Luisa Trevisan, affronta i molteplici significati ed implicazioni legati al concetto di relativit . E cos spiega la curatrice «Desideriamo interrogare l’arte sulla complessit  dell’argomento, a partire dalla teoria della relativit  di Einstein (quest’anno erroneamente messa in discussione dalla questione dei neutrini), con la quale si mise in crisi il concetto di tempo assoluto, fino ad allora dato per scontato e con essa mutò anche l’idea di spazio. Cos come la scienza sottolinea l’importanza dei sistemi di riferimento, in ambito psicanalitico si considera la percezione soggettiva dell’individuo, mentre in quello filosofico – letterario l’esistenza di un nuovo punto di vista, quello dell’interiorit ».
In mostra opere di Giulia Alberti, Franco Armieri, Huguette Blèzs – Raffaella Busdon, Gian Paolo Canova, Alessandro Cardinale, Sonia Casari, Anna Caser, Adriano Cecco, Franco Cimitan, Emanuela Cittadoni, Anna Colitti, Alberto Di Fabio, Samuele Dossena, Nicola Evangelisti, Nicola Giol, Cristina Gori, Delilah Gutman & Roberto Paci Dalò, Bobo Ivancich De La Torriente , Abdallah Khaled, Federico Lanaro, Raimondo Lorenzetti, Claudio Massini, Guido Moretti, Pain Azyme, Laurina Paperina, Tobia Rav , Miljenka Å epic, Sevn, Aldo Spizzichino, Francesco Stefanini, Cristina Treppo, Vittorio Valente, Cesare Vignato, Carla Viparelli.
Gli artisti selezionati sono stati invitati a interpretare il tema scelto dal punto di vista che più appartiene a ognuno di loro scientifico-matematico, etico, estetico, umanistico relazionale. Ogni lavoro esprime un “relativo” punto di vista sulla “relativit “.

In foto, particolari di due opere firmate Viparelli

Ingresso gratuito
Visite, incontri e workshop su prenotazione da mercoled a domenica dalle 15 alle 19
Per informazioni e contatti cartec@alice.it; mltrevisan@libero.it
www.arteparde.org
www.concertodartecontemporanea.org