Maggio della Musica, XIX Stagione dei concerti 2016 a villa Pignatelli da gioved 5 maggio. Incontri con 17 concerti sono ideati dall’associazione Maggio della Musica presieduta da Luigia Baratti, realizzati con il contributo di Mibact e Regione Campania in collaborazione con il Polo Museale Napoletano e l’associazione Amici del Maggio presieduta da Sergio Meomartini. La direzione artistica è del maestro Michele Campanella.
Quattro concerti sono dedicati a Brahms. Inaugura il Quartetto della Scala, a seguire tra gli altri il Sestetto Stradivari, il maestro Campanella, Raffaele Mallozzi e Monica Leone, Franco Maggio Ormezowski, al piano la figlia Emanuela, eseguir  il brano considerato il più difficile del repertorio per violoncello Sonata n. 8 di Zolt n Kodaly. Gabriele Pieranunzi e i Solisti Aquilani in concerto sulla grande epopea violinistica del Barocco italiano.
Uno spazio privilegiato sar  riservato ai recital per pianoforte, con Massimo Giuseppe Bianchi in un programma sulla Fuga da Scarlatti a Barber, Campanella con Quadri da una esposizione di Musorgskij, e l’interprete di Zipoli Giovanni Nesi, vincitore del Maggio del Pianoforte 2015. La terza edizione, dal 9 ottobre al 20 novembre, dei giovani talenti del pianoforte vede protagonisti Laetitia Hann, Davide Scarabottolo, Sara Medkova, Ruben Micieli, Caterina Barontini e Giorgio Trione Bartoli. Il 30 giugno Peppe Servillo e Javier Girotto ritornano al Maggio con Natalio Mangalavite, per accompagnare il pubblico nel viaggio musicale dei migranti tra Italia e Argentina con i brani di Parientes. La chiusura della Stagione 2016, 27 novembre, è con due campani, Luca Mennella piano e Fabrizio Falasca violino, omaggio a Kreutzer.

La veranda neoclassica di Villa Pignatelli, Museo della fotografia, è luogo storico della musica classica e moderna.
La principessa Rosina Pignatelli Aragona Cortes, ultima abitante amante dell’ arte e della musica come testimonia la collezione di dischi, rese la villa salotto mondano moderno e culturale dell’aristocrazia italiana ed europea. Dopo il recente restauro, sono visitabili ambienti come il bagno del principe in marmo di Carrara, lo studiolo e il boudoir della principessa Rosina Pignatelli Aragona Cortes, ultima abitante.
La villa nel 1952 fu donata allo Stato. Primo proprietario fu sir Ferdinand Richard Acton che nel 1826 affidò la progettazione a Pietro Valente, giovane architetto napoletano, allievo di Canova. Gli arredi e il giardino scenografico sono del toscano Guglielmo Bechi. Come ogni Museo è un libro fatto di immagini, pitture, sculture, arredi, vasi, porcellane, arazzi, che raccontano arte storia e cultura. E’ luogo ideale per bambini col suo parco e il Museo delle Carrozze.

Biglietti per i concerti 20 euro (ridotto 15; ridotto giovani 10)
Per saperne di più
081 5604700
maggiodellamusica@libero.it
www.maggiodellamusica.it

Nelle foto, Michele Campanella e il Quartetto della Scala