Comicit  sotto le stelle. Organizzata dal teatro Totò, nel cortile del Maschio Angioino, che ospita la manifestazione da un decennio, anche quest’anno la rassegna all’insegna del buonumore ricca di spettacoli, dal 5 agosto al 5 settembre. Parte cos gioved “Ridere”, per il ventesimo anno consecutivo nella programmazione degli eventi artistico-culturali dell’estate, organizzata dall’associazione culturale “Bruttini Ridere”. L’iniziativa, sottolineano gli organizzatori, conta su numeri che la legittimano come una delle più importanti kermesse dell’estate di pertenope:: 20 anni di programmazione ininterrotta, una media di oltre 20mila presenze l’anno, circa 300 le unit  lavorative impegnate tra personale artistico, tecnico e amministrativo, 15 spettacoli messi in scena per un totale di 22 giorni di programmazione, un biglietto d’ingresso popolare di 12 euro.
La Provincia di Napoli quest’anno ha affiancato con il proprio patrocinio la manifestazione.
Garantite, cos, ai napoletani che restano in citt  e ai turisti che vi arriveranno, serate nel segno della cultura e del divertimento in uno dei posti più suggestivi di Napoli.
La scelta artistica del cartellone è, come sempre, incentrata sulla riproposta dei più grandi successi comici della scorsa stagione invernale, ma non mancano le novit  e qualche prima assoluta.
I nomi degli artisti che si esibiranno sono tra i più amati dal pubblico: Simone Schettino, Luigi De Filippo, Federico Salvatore, Ciro Ceruti e Ciro Villani; Peppe Iodice, Giacomo Rizzo, Gigi De Luca, Salvatore Gisonna, Benedetto Casillo, Vittorio Marsiglia, Gigi Savoia e Giovanna Rei, Gianfranco e Massimiliano Gallo; Gennaro Silvesrto e Ciro Esposito, Sergio Solli e Mario Brancaccio con Antonella Elia.
Infine lo spazio sar  messo a disposizione della Compagnia “Gli artisti distratti”, vincitrice del 2 Festival del teatro amatoriale organizzato dal teatro Totò e che riproporr  la commedia “Uomo e galantuomo”.

Gli spettacoli inizieranno alle ore 21,30; i posti sono numerati, il prezzo è di € 12,00 per ogni spettacolo.
"Chi sa ridere è padrone del mondo". Non era certo un istrionico buontempone, ma il celebre Giacomo Leopardi aveva gi  inquadrato l’importanza di una sana e coinvolgente risata. Perch, d’altronde, è risaputo che ridere faccia bene: stimola le endorfine, aumenta l’ossigenazione del sangue, rilassa i muscoli, fa addirittura dimagrire. La chiusura in grande stile è affidata ai ritmi coinvolgenti del musical “Festa di Piedigrotta”, che nasce dalla prosa e dalla musica di Raffaele Viviani. Tutto purch si diffonda il buonumore, nella Napoli d’estate che vuole dimenticare i problemi. E allora chi non ama ridere, scagli la prima pietra.

Nella foto, Federico Salvatore