Un po’ di africa a Napoli. Venerd 8 ottobre alle ore 18, nella Salle Dumas dell’Istituto francese di Napoli, Grenoble, via Crispi 86, Napoli, si svolger  una manifestazione per celebrare la nascita dell’associazione culturale Francofil, presieduta dal dirigente scolastico Liliana Talarico. Dopo una breve presentazione dell’associazione, verr  offerto un aperitivo seguito dallo spettacolo del gruppo musicale Foly du Burkina.

L’associazione a carattere regionale riprende l’attivit  dell’Anif (Associazione nazionale insegnanti di francese) e si prefigge di proseguirne il lavoro.

Francofil nasce sotto la benevolenza dell’Ambasciata francese e in stretta collaborazione con il Grenoble. “La nuova associazione intende però allargare gli orizzonti e coinvolgere un pubblico culturale vasto, aprendosi al contributo di tutte le componenti presenti sul territorio regionale e del centro sud.” afferma Bruno Caccioppoli, vicepresidente dell’associazione. Francofil non si limita a fornire assistenza e sostegno agli insegnanti di lingua francese con corsi di formazione, materiale didattico, organizzazione di scambi culturali, ma si propone di allargare il proprio raggio di azione per dialogare con tutte le altre associazioni all’interno del mondo della cultura: associazioni studentesche, universitarie e tutte le realt  che hanno interessi comuni agli obiettivi dell’associazione. La mescolanza delle culture, per poter comprendere le nostre ed aprirsi alle altre con l’aiuto della musica, unica e sola portatrice di fratellanza.

La serata sar  scandita da una presentazione e una performance-spettacolo che vedr  esaltati i ritmi e la cultura di questi strumenti e voci, venuti dall’Africa. Il gruppo è costituito da percussionisti e ballerini. Strumenti, costumi e maschere, sebbene diffuse anche in altre regioni dell’ Africa occidentale, sono originari del Burkina Faso, scelti liberamente dal gruppo tra le innumerevoli produzioni artigianali di Ougandougou, per meglio evocare e diffondere le antiche leggende, espressioni caratteristiche di una cultura multicentenaria che ha utilizzato la musica e la danza come veicolo di diffusione e rappresentazione.

Il gruppo dei "Foly du Burkina" si è costituito nel 2001 avviando una ricerca e rielaborazione di antichi ritmi Dell’ Africa subsahariana, fondendo l’esperienza motoria e rappresentativa dei ballerini all’incessante ritmo saggiamente dosato di quattro percussionisti di grande esperienza. I ballerini danzano con movimenti che imitano gli animali da loro rappresentati, esaltando la simbiosi esistente tra l’uomo e gli esseri della natura.

Nella foto i "Foly du Burkina"