La passione che diventa tecnica, la tecnica che diventa passione. “Ritratti in Redazione” è il progetto che gli allievi della cattedra di tecniche pittoriche dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, retta da Giuseppe Leone, hanno esposto nella sede del Denaro a Piazza dei Martiri.

“Ubi Leo. Poetiche, interpretazioni e tecniche” è il titolo della mostra presentata dal critico e docente di storia dell’arte dell’accademia napoletana Francesco Gallo, dalla direttrice dell’accademia Giovanna Cassese, dal maestro Peppe Leone e dalla padrona di casa Federica Cigala.

Gli allievi-artisti, Paolo Aiello
, Bernardo Angelino
, Vincenzo Balzano
, Cesare Camboni
, Laura Capraro
, Aniello Cozzolino
, Jerusa Batista Da Sila
, Lidia Ferrara
, Roberto Ferrara
, Alessandro Follo
, Flavio Gemma
, Fabio Gualtieri
, Stefano Liotti
, Angela Marvino
, Alessandra Morante
, Alessandra Olivieri
, Filomena Parisi
, Antonio Pernice
, Eleonora Picariello
, Vittoria Piscitelli
, Irene Russo
, Giuseppina Saccone
, Grazia Santarpia
, Maria Raffaela Scalfati
, Cesare Siboni
, Polina Simone
, Gabriele Spagnuolo
, Benedetto Stilla
, si sono cimentati in questa esperienza didattica ed espositiva, mettendo a frutto le conoscenze acquisite durante le lezioni. Diverse le tecniche utilizzate, diversi i linguaggi stilistici e metodici intrapresi dagli allievi, ma unico comune denominatore è il maestro Leone, oggetto-soggetto protagonista delle opere.

Provocatori, ironici, mistici, esasperatamente espressivi, i ritratti puntano, non sull’unicit  dell’oggetto rappresentato, ma sullo studio e sulla sperimentazione delle diverse tecniche: olio su tela, pastello, elaborazione digitale, matita, assemblaggio polimaterico, carboncino, cammeo, graffito. Trenta ritratti che mettono in luce la pluralit  e la infinita variabilit  degli stati d’animo degli allievi ritrattisti che esprimono il modo personale di interpretare e sentire il loro maestro.

Un progetto dalle finalit , non solo artistiche, ma anche sociali e filantropiche: ogni visitatore potr  scegliere e commissionare un ritratto in base alla tecnica e, quindi, all’artista preferito. Nella stagione autunnale, l’opera verr  poi bandita all’asta e il ricavato sar  devoluto in beneficenza.

Un’iniziativa che unisce e avvicina la societ  all’arte attraverso i giovani. Come ha sottolineato la Cassese, l’accademia è un investimento che punta sulla qualit , sulla ricerca e sulla professionalit , veicolando i giovani alla conoscenza che porta all’innovazione, attraverso produzioni di qualit .

“Frutto di grande civilt  spiega Gallo è quando l’arte è disciplinata, perchè nasce dalla contaminazione tra creativit , invenzione e disciplina”.

Nella foto in alto, da sinistra Francesco Gallo e Peppe Leone. In basso, alcune delle opere in mostra

La Notizia – QUELLE STORIE DEL PORTO

Con un parterre d’eccezione si presenta luned 13 alle 18 nella sala Lauro della sede compartimentale dell’Ipsema di Napoli via San Nicola alla Dogana 9 il libro edito da Colonnese La Camera sul Porto di Lidio Aramu. Un’occasione speciale per riportare al centro del dibattito politico e culturale il porto di Napoli: “un’importante risorsa economica dice Aramu che, se sfruttata al meglio, eleverebbe la citt  a trait d’union tra l’Unione europea e la riva nord dello scudo africano (Mostra d’Oltremare agor  del Mediterraneo)”.

Ricostruita grazie a un attento studio documentaristico e bibliografico, la storia del “porto” per Aramu vuole essere un grande racconto storico (ambientanto tra il 1860 e il 1940) scritto tra in prima persona dagli operatori economici, dai lavoratori e dai portuali napoletani che hanno vissuto sempre nell’ombra di una progettualit  mai sfociata nella definizione di una gestione strategica, capace di capitalizzare i crescenti flussi turistici e sfruttare l’intima posizione che occupa appunto, il porto, nella citt .

Coordinati da Eugenio Sacco parteciperanno all’incontro il presidente di Confitarma Nicola Coccia, il Comandante Capitaneria di Porto di Napoli Domenico Picone, il presidente della Mostra d’Oltremare Raffaele Cercola, l’assessore regionale Mariano D’Antonio, il presidente dell’Autorit  Portuale Luciano Dassatti, il presidente dell’Ipsema Antonio Parlato. Inoltre, saranno presenti l’autore, l’editore Edgar Colonnese, il dirigente della Sede Compartimentale di Napoli Alessandra Baffa e il direttore generale dell’Ipsema Palmira Petrocelli.