Sotto il caldo sole agostano in un piccolo paese in provincia di Cosenza Montalto Uffugo è stato inaugurato un museo dedicato a Ruggero Leoncavallo, compositore tra i più noti della lirica italiana, L’iniziativa rappresenta un tributo alla cultura italiana infinitamente ricca di valori e storia che intreccia le mille forme dell’arte alla storia locale e nazionale. Montalto ha un forte legame con la vita e la crescita artistica di Leoncavallo. Il compositore, infatti, trascorse l la sua fanciullezza con la sua famiglia tanto che nel 1903 gli fu conferita la cittadinanza onoraria. La sua opera più famosa “Pagliacci” fu ispirata ad un episodio a cui assistette da piccolo proprio nel paese. In occasione della festa di Ferragosto, una compagnia di pagliacci era solita riunirsi e dare spettacolo. Al termine di una di queste recite, Gaetano Scavello, domestico di casa Leoncavallo, fu ucciso dai fratelli D’Alessandro. Il ricordo di quella tragedia gli rimase cos impresso che, divenuto celebre compositore, in pochi mesi scrisse il suo capolavoro, rappresentato per la prima volta a Milano, sotto la direzione del maestro Arturo Toscanini.

Il Museo è stato inaugurato in occasione della XI edizione del Concorso Lirico Internazionale che si svolge a Montalto dal 24 al 28 agosto. Il legame tra storia e musica vuole essere motivo di grande valore artistico e culturale per tutta la popolazione e l’amministrazione che insieme con il sindaco Ugo Gravina hanno curato l’iniziativa. Spartiti, libretti, lettere, composizioni, dischi e il bozzetto di Rocco Ferrari, da cui furono ispirate le scene della rappresentazione dei “Pagliacci”, sono esposti nel chiostro domenicano che ospitò un tempo le registrazioni delle opere del maestro.

Non possiamo dimenticare che Leoncavallo nacque nel 1857 a Napoli. La citt  lo ricorder  con una lapide che sar  posta alla Riviera di Chiaia e con un concerto in suo onore.

Nella foto, Ruggero Leoncavallo