“Memoria o ricordo? Antigiudaismo e antisemitismo. Il caso degli ebrei napoletani” è stato il tema scelto da studenti e docenti dei Licei del Suor Orsola Benincasa che hanno animato un articolato dibattito in occasione della Giornata della Memoria, il giorno 27 gennaio 2014. Dopo i saluti di Lucio d’Alessandro, rettore dell’Universit  degli Studi Suor Orsola Benincasa e Dirigente scolastico delle Scuole, la parola è passata a Pasquale Giustiniani (Pontificia Facolt  Teologica), intervenuto sul tema Antigiudaismo e antisemitismo storia e teologia e a Francesco Lucrezi (Universit  degli Studi di Salerno), sul tema Letteratura e memoria.
A seguito di questi due contributi un piccolo momento di pausa è stato reso vivace dalla lettura della riduzione del testo 30 aprile 1945 di Luca Frozen Cresci interpretato dagli alunni Marco Leone de Castris, Giulia Limauro e Gianpaolo Nicolini, aderenti a Una Sera a teatro, progetto teatrale dell’istituto. La discussione, moderata dall’alunna Celeste Pinto, ha dato poi spazio alle testimonianze dei sopravvissuti attraverso i seguenti contributi e gli approfondimenti delle alunne del Liceo classico, linguistico e artistico Claudia Barbati, La persecuzione degli ebrei in Italia (1938-1945), Vittoria Umani, La comunit  ebraica napoletana dalle origini alla persecuzione, Benedetta Sergio, Memoria e testimonianza.
«La volont  di indagare la realt  del territorio in cui viviamo- commenta la coordinatrice dell’iniziativa, Claudia Giordano – era al centro del nostro interesse per rendere attuale e concreta la dimensione della memoria, a questo scopo la scelta della lettura di 30 Aprile 1945, curata da Viviana Reda responsabile del progetto teatrale, è caduta su un testo pubblicato e rappresentato nell’ambito della Rassegna di Cultura Ebraica pugliese "Lech Lech ", con il patrocinio, tra gli altri, della Regione Puglia, dell’Unione delle Comunit  Ebraiche Italiane, della Comunit  Ebraica di Napoli, della Fondazione beni culturali ebraici in Italia e con la collaborazione dell’Associazione Italo-Israeliana del Mediterraneo di Napoli. Proprio nel tentativo di dare a questi eventi celebrativi un ruolo più concreto e vivo, evitando le commemorazioni rituali, il 10 febbraio alle ore 13.00 l’iniziativa e la lettura del testo teatrale saranno ospiti di Runradio, perch la memoria sia un pratica attiva da condividere con i giovani valorizzando i loro mezzi ed i loro linguaggi».

Nella foto, in alto, di Luca Canzanella l’interno della Sinagoga di Napoli