Arte e ospitalit : un binomio sempre più diffuso negli alberghi del mondo, tra estetica e ricerca del dettaglio, il viaggiatore non si accontenta più della comodit  e ama immergersi nell’atmosfera artistica del luogo. Si apre cos alla creativit  l’albergo Palazzo Decumani, a due passi dall’archivio di stato, nella appartata e storica piazza Giustino Fortunato. Fuori il brulicante centro antico, dentro il design contemporaneo che a partire da sabato 28 novembre, far  da cornice alle opere della campana Stefania Sabatino.

La mostra dal titolo Travelling (decUMANI in movimento) rientra nel progetto Stanze d’artista: ad ogni camera un’opera, come in una galleria privata e riservata all’ospite.

Allo stesso tempo l’albergo si apre alla citt , non più solo rifugio per viaggiatori, Palazzo Decumani diventa fucina di progetti d’arte, non a caso le opere di Sabatino sono site specific, ispirate dal luogo e dalla dirompente energia creativa che lo circonda.

In occasione dell’inaugurazione, domani ore 18.30, l’artista offrir  al pubblico una performance che vedr  la partecipazione di Franco Ruggiero (voce narrante) e di Pasquale Barbato (danza) e con la presentazione di Ciro Cacciola.

La mostra, che rester  fino al 30 gennaio, è a cura dello studio d’arte Le muse di Joanna Irena Wrobel che dell’artista dice: “Il continuo zoom immaginario, che la Sabatino applica nel vedere il proprio mondo esteriore, è frutto di una profonda e personale ricerca interiore nel tentativo di capire le angosce, le incertezze di ogni essere umano, sensibile e dilaniato dai dubbi e dalle insicurezze che caratterizzano la societ  contemporanea.
Forte riferimento pittorico alle figure rinascimentali, scrutate in ogni piega del corpo, ritrovano una visione moderna nelle opere dell’artista: la forma figurale si scompone come smembrata, appaiono mani, piedi, figure senza volto in un equilibrio precario. I piedi in cammino continuo, attraverso un mondo dilatato nell’ immaginario e disorientato dalle incertezze. Un viaggio infinito, verso una meta ignota. Una civilt , un’ umanit  intera in viaggio attraverso l’ Universo in continuo e ineluttabile divenire”.

L’albergo come casa del viaggiatore che si affranca dal suo vagare e come rifugio dell’artista nel suo viaggio creativo.

Albergo Palazzo Decumani

Piazza Giustino Fortunato 8

www.palazzodecumani.com

Info: www.lemuseart.it

Nelle immagini, alcune delle opere in mostra