Eros e multimedialit  nelle 24 opere di Salvatore Melillo in mostra fino al 28 febbraio 2011 nella insolita location dell’albergo Correra241 di Napoli. Una panoramica graffiante e asciutta sul mondo della comunicazione sessuale giovanile dai contenuti espliciti e in ugual misura ovattati dal filtro della distanza telematica.

La mostra napoletana è una versione “accorciata” e “alleggerita” dai contenuti più estremi di una precedente esposizione il 5 ottobre 2010 a Milano nella Galleria Famiglia Margini di 48 piccole tele a olio dedicate alla pratica del sexting di inviare mms contenenti immagini relative a zone erogene del corpo umano.

Le foto sono fedelmente restituite su tela a eccezione del colore che lascia il posto a un bianco e nero che se da un lato sintetizza la colorazione ibrida risultante dagli invii fotografici via mms dall’altro epura l’immagine dalla radiografia del particolare pornografico per collocarla nel segno astratto della linea.

L’idea è di riprendere una funzione che l’arte ha avuto in passato di veicolare la sensualit , quando questa era ritenuta un tabù, attraverso le molteplici interpretazioni del corpo, soprattutto femminile. Oggigiorno, nell’Era del “tutto è gi  visto”l’arte si fa interprete dei nuovi paradigmi della sessualit  multimediale.

“Il linguaggio irriverente e grottesco con cui Salvatore elude la realt , rispondendo al disagio che essa gli provoca, pone in essere il punto di vista di un artista che non si espone mai direttamente se non attraverso un’esistenza parallela, simile a quella virtuale dei media di cui si serve per affermare la sua astratta e più potente verit “.

A far da retroscena alle opere di Salvatore Melillo è l’installazione di Alfonso Mezzacapo che porta con i suoi gadgets il mondo “gommoso” e patinato della sua musa ispiratrice, la fantomatica khate, una donna immaginaria, dall’aria fugace e irraggiungibile a cui si ispira il magazine fabulousekhate, i suoi dipinti ed una serie di oggetti con marchio omonimo (t-shirts, culottes, posters…).

I due artisti pur attenendosi alla peculiarit  dei loro linguaggi sostanzialmente dissimili si muovono nel terreno comune dei social network, dei nuovi sistemi di comunicazione e si fanno portavoce, ognuno con il proprio punto di vista, della rivoluzione sociale che tali mezzi stanno operando.

Nelle foto, alcune opere dell’artista e alcuni momenti dell’inaugurazione

Per info

Hotel Correra 241, via F.S.Correra 241 – Napoli, nei pressi di P.zza Dante

winefoto.comunicazione@gmail.com

392 97 41 869

333 11 98 973