Alla ricerca dell’identit  strapazzata. Valorizzando la tradizione. Il San Carlo d  il via alle stagioni educational ed extra con “Histoire du soldat” di Igor Stravinskij nell’originale versione in dialetto napoletano di e con Peppe Servillo (da oggi fino al 30 novembre, rappresentazione mattutina per le scuole alle 11 e venerd sera alle 20.30 per gli appuntamenti extra).
Nello spettacolo, che arriva a Napoli per la prima volta, l’attore veste i panni del soldato violinista, protagonista di un’affascinante creazione, unica nel suo genere, che è alla base del “nuovo” teatro musicale del 900. Servillo è accompagnato in scena dall’Ensemble strumentale del Lirico di Napoli, diretto da Francesco Lanzillotta, formato da Cecilia Laca, violino, Carmine Laino, contrabbasso, Sisto Lino D’Onofrio, clarinetto, Mauro Russo, fagotto, Fabrizio Fabrizi, tromba, Sergio Daini, trombone.
L’artista, che nel 2013 debutter  in teatro, con il fratello Toni nella commedia le “Voci di dentro” di Eduardo De Filippo, firma e interpreta il riadattamento in lingua napoletana di un’opera che ha rivoluzionato il teatro musicale del 900. Ideato nel 1918, durante la Grande Guerra, “Histoire du soldat” nasce come spettacolo itinerante, dalla collaborazione di tre autori in quel tempo assaliti da gravi ristrettezze economiche il compositore russo Igor Stravinskij, lo scrittore Charles-Ferdinand Ramuz ed il pittore Ren Auberjonois, quest’ultimi autori di libretto e scene.
“Le Stagioni Extra ed Educational”, sottolinea Rosanna Purchia, sovrintendente del Teatro di San Carlo, “camminano parallelamente ai cartelloni d’opera, balletto e di sinfonica del nostro teatro. La proposta musicale degli Extra accoglie eventi originali e nuove commissioni, con l’intento di aprire le porte del Lirico più antico d’Europa ad un pubblico sempre più ampio e diversificato. La stagione Educational coinvolge ogni anno circa 40mila tra docenti e studenti, sin dalla più tenera et , con spettacoli, masterclasses ed incontri con musicologi e artisti, finalizzati alla formazione musicale e alla sensibilizzazione all’ascolto. Ancor prima della sua apertura, a oggi sono oltre 20mila le richieste di partecipazione, un dato che conferma il successo dell’iniziativa e l’impegno costante del San Carlo nel campo dell’educational e della formazione per i giovani”.

Per saperne di più
www.teatrosancarlo.it

In foto, Peppe Servillo