Occhi puntati sul Teatro San Carlo e sulla stagione d’opera, sinfonica e di balletto 2013 14. Partenza prevista per settembre, con la prima stagione firmata dal direttore artistico Vincenzo De Vivo e la quinta realizzata sotto la gestione del sovrintendente Rosanna Purchia. Un cartellone che vanta sette titoli d’opera, otto di danza, diciotto concerti per un totale di trecento alzate di sipario proprio in uno dei momenti più difficili per i principali teatri italiani, con la crisi del Maggio musicale fiorentino e della Scala, costretta alla riduzione del cartellone. Proprio per questo la stagione 2013-14 del San Carlo si presenta come un piccolo miracolo, come racconta la sovrintendente Rosanna Purchia, che la Fondazione Teatro di San Carlo è riuscita a esportare nel mondo.
Fiore all’occhiello della rassegna è l’Aida di Verdi, nel bicentenario della nascita del compositore, che indicher  la strada che proprio da Verdi porta in Europa e che Vincenzo De Vivo considera come il sentiero da seguire per il futuro, insieme a Rossini, ospitato con il suo “Barbiere di Siviglia” il 14 gennaio e diretto da Bruno Campanella. Proprio Verdi e Rossini guideranno il San Carlo in tourne in tre diversi continenti dal 9 al 20 settembre a Mosca con “Il Barbiere di Siviglia”, dal 23 al 28 settembre al Mariinsky di San Pietroburgo con “Carmina Burana” nella versione di Shen Wei e il 25 ottobre debutto per Verdi e la sua “Messa da Requiem”all’Opera di San Francisco che registra un’inedita collaborazione proprio tra Napoli e la citt  statunitense unendo eccellenze artistiche e imprenditoriali sotto la guida di Nicola Luisotti. Per progetti che parlano al mondo altri che tornano alla casa madre, come “Pagliacci” diretto da Nello Santi in scena al San Carlo dopo aver conquistato San Pietroburgo. Altrettanto ricca la Stagione di Balletto, a inaugurarla il “Lago dei Cigni” seguito dal Gala della Scuola di Ballo, “Marienleben” con Carla Fracci e Alessandro Macario.
Si rivede lo “Schiaccianoci” e in occasione del trentennale dalla scomparsa di De Filippo, il Massimo napoletano porta al San Ferdinando (in collaborazione con il Teatro Stabile di Napoli) “Eduardo, artefice magico”. Ampio anche il cartellone della Stagione Sinfonica con il concerto di David Garrett diretto da Yutaka Sado, e per la “Festa per il Teatro di San Carlo” il 4 novembre, l’esecuzione dell’unica pagina cameristica composta da Verdi. Nel giorno della Shoa invece Salvatore Caputo diriger  il “Concerto della Memoria” con musiche di Puccini, Poulenc e Bernstein.
La linea guida della stagione ventura del Massimo è chiara il San Carlo non sar  solo un punto di ritrovo per eccellenze, ma anche un trampolino per scommesse che lo storico teatro napoletano aiuter  a diventare certezze, grazie alla valorizzazione dei propri complessi artistici, alle coproduzioni con altre fondazioni liriche e con teatri stranieri, alla trasmissione radio e televisiva degli spettacoli.

Per saperne di più

www.teatrosancarlo.it

Il video di presentazione della stagione del San Carlo
www.youtube.com/watch?v=kddpp26BJ_8

Nelle foto, il palco del lirico partenopeo e momenti della conferenza stampa con segnalibri in omaggio

L’EVENTO/IL CONCERTO DELLE DUE BAIE

Musica e arte. Marted 4 giugno alle ore 20.30 al Circolo Nazionale dell’Unione è in programma la serata d’anteprima di “Unite the Two Bays – The Concert of the two Bays” progetto promosso dal Teatro di San Carlo per collegare le citt  di Napoli e San Francisco. Per questa occasione la Fondazione Teatro di San Carlo in collaborazione con il Circolo Nazionale dell’Unione ha organizzato una serata di prewiew. In palio per gli invitati che parteciperanno alla serata 2 cadeaux preziosi una serigrafia di Mimmo Paladino realizzata per l’opera Fidelio espressamente creata per il Teatro di San Carlo di Napoli del valore di 2.500 euro e un costume di scena in seta pura dell’opera Semiramide firmato da Emanuel Ungaro del valore di 1.500 euro.

luned 3 giugno 2013