Non perdono un colpo, non indeboliscono n si assottigliano, le pennellate di Mario Sangiovanni rimangono immutate nel tempo. Imprimono, incidono e segnano la tela. L’artista puteolano inaugura ad Avellino la sua personale “Fiori e paesaggi” al Centro culturale L’approdo (via Matteotti 31).
Intervengono al vernissage, sabato 22 ottobre alle ore 17,30 oltre all’artista, Maria Guarino e Daniela Ricci.
Robusti e corposi dalle tonalit  calde i tratti di Sangiovanni sono inconfondibili, ogni volta la tela racconta uno squarcio della sua identit , che siano i ben noti luoghi natali, le stradicciole, i tetti e il porticciolo, o i volti cari e ispiratori. Un’esposizione incentrata su fiori e paesaggi potrebbe apparire una dicotomia, natura e cemento, due opposti che si lasciano indagare e che rappresentano due facce della stessa medaglia. Non cemento, mattoni e tegole le sue opere ma puro colore. Il medesimo colore di cui è impregnata l’essenza deI suo fare arte. I soggetti e le tonalit  si fondono in un unico abbraccio cromatico. Il suo figurativismo tende verso un informale astrattismo in cui le figure lasciano il campo a linee e tracce di nero, verde, blu e giallo.
Non ci sono soffi vitali, i suoi soggetti sono cristallizzati, la loro bellezza si nutre di vita eterna, non c’è deformazione o degenerazione perch non c’è vita. La stessa intelaiatura, a tratti geometrica, che costituisce lo scheletro dei paesaggi architettonici è presente anche nei fiori. Lunghissimi, rigidi gli steli non si piegano al vento, perch non ce n’è. Mutuando dalla “Ceci n’est pas une pipe” di Magritte “non sono fiori, non è un paesaggio”.

La mostra sar  visitabile fino al 7 novembre
Orario 10,30 13,00 ; 17,30 20,30

LA NOTIZIA/SOLFATARA IN MUSICA CON DI GIACOMO

A Salvatore Di Giacomo è dedicato il terzo incontro di “Solfatara in Musica”, domenica 23 ottobre, ore11, una conversazione di Maria Angarano, ne approfondir  aspetti inediti,anche umani e caratteriali. Seguir  il concerto della pianista Rosanna Di Giuseppe che eseguir  D. Scarlatti Sonata in fa minore K 466-Sonata in la minore K 54;D. CimarosaSonata in si bemolle (Allegro)-Sonata in re maggiore (Allegretto); v. Beethoven Sei variazioni su “Nel cor più non mi sento” da “La Molinara” di Paisiello.Un aperitivo e la visita alla Solfatara, render  suggestivo l’appuntamento; letture a cura della compagnia teatrale Le guarattelle di Nicola Marotta.
La rassegna, che sta riscuotendo notevole successo di pubblico, è organizzata dalla Associazione Mozart Italia sede di Napoli, in collaborazione con Vulcano Solfatara s.r.l.

Nelle foto, due opere di Sangiovanni