Napoli lotta con coraggio per vivere proiettata nel futuro. Combattendo contro illegalità e crimine  organizzato (e non) grazie all’arte e alla cultura. In un quartiere difficile  come  quello della Sanità c’è  chi ci crede. E in questa direzione marcia  l’evento  di giovedì 8 dicembre, dalle 10 fino a mezzanotte: Sanità Tà Tà. Musica e cultura nel cuore della città, veloce, come la voglia di crescere e farsi conoscere che si registra in questo periodo, per ammirare il rione sotto una nuova luce. Musica dal vivo su cinque palchi, visite guidate ai tesori del quartiere e passeggiate nella Ztl.  E poi degustazioni di cibo straordinariamente buono e tanti sorrisi.
Sanità Tá Tà è un format ideato dalla terza municipalità di Napoli in collaborazione con associazioni, commercianti e cittadini che vivono e lavorano nella Sanità e nel Borgo Vergini. Tanti gli artisti coinvolti: O’ Zulù e Massimo Jovine 99 Posse, E’ Zezi, Franco Ricciardi,Ivan Granatino, Oyoshe, Peppoh, Dolores Melodia.
E il cuore del quartiere canta con i giovani musicisti dell’Orchestra Sanitansemble che eseguiranno, dalle 20, assieme al coro Musique Esperance e Note Legali, brani natalizi e pezzi della musica tradizionale napoletana come Era de Maggio, cantato da Giuditta Simonetti.
La Sanità è un territorio ricco di bellezze ed energie positive, con  storia, cultura, artigianato e gastronomia d’eccellenza. Dove si sta sviluppando un lavoro di rete tra associazioni, commercianti, parrocchie e scuole.
Tante iniziative in un solo giorno: dalle visite guidate alle chiese, alle catacombe, al cimitero delle Fontanelle, al palazzo dello Spagnuolo. Passeggiate a piedi attraverso un percorso di monumenti, botteghe artigiane; o in bicicletta, con un tour sulle due ruote che parte dalla Galleria Principe di Napoli e che attraversa il Borgo Vergini fino al Cimitero delle Fontanelle (a cura dell’associazione Napoli Pedala). E’ necessario prenotare.

Per saperne di più

https://www.facebook.com/events/1208194105941953