L’albero della cuccagna arriva a Napoli, nell’incanto della vigna di San Martino (c.so Vittorio Emanuele 340) su iniziativa della Fondazione Morra. Domani, mercoled 30 settembre, si celebra la festa della vendemmia, alle 16.30. E l’artista austriaco Paul Renner, che divide il suo quotidiano tra la terra d’origine e la costiera sorrentina, presenta un’imponente scultura commestibile ludica.
Un teatro gastronomico alto cinque metri, organizzato in sezioni verticali tra piante della Vigna San Martino, grasso animale per alimentare gli insetti e gli altri animali a tutela dell’ampio ecosistema e prodotti della migliore agricoltura campana. E poi c’è un’ultima parte volutamente spoglia, per ospitare il cibo trasportato e donato dai partecipanti. Cos l’autore rielabora le ritualit  legate all’universo dell’antica Roma, unendole alle tradizioni contadine e alle usanze vitivinicole locali che, nella cerimonia della vendemmia, fondevano lavoro e creativit , produzione e piacere.
L’opera nasce anche dal fascino esercitato su Renner dal principe di Sangro e dal marchese De Sade che, nel diario Voyage d’Italie, ricorda un carnevale a Napoli celebrato in piazza Mercato come “…lo spettacolo più barbaro al mondo che si possa immaginare”. Due figure su cui si è ampiamente documentato.

L’evento, patrocinato dalla Regione Campania e dalla Fondazione Donnaregina (ovvero Museo Madre che conferisce all’operazione artistica il “Matronato”), si inserisce del grande evento espositivo L’Albero della cuccagna. Nutrimenti dell’Arte, a cura di Achille Bonito Oliva, diffuso in tutta Italia, con il patrocinio di EXPO 2015 e la collaborazione del programma sperimentale per la Cultura Sensi Contemporanei dell’Agenzia per la Coesione Territoriale e del MiBACT.

Per saperne di più
Fondazione Morra
Vico Lungo Pontecorvo 29/d – 80135 Napoli
Tel +39 081 5641655 / Fax +39 0815641494
info@fondazionemorra.org

In foto, lo schizzo dell’opera di Renner