Da Orson Welles a Francis Ford Coppola, da Charles Dickens a Philip Dick, ma soprattutto il diritto raccontato attraverso il fumetto e la fantascienza. Questa è la grande novit  della sesta edizione della rassegna cinematografica Cinema, Letteratura e Diritto – “Davanti alla legge. Immaginare il Diritto” organizzata dalla Facolt  di Giurisprudenza dell’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa.

Inaugurata il 25 ottobre con la proiezione del film di David Fincher “The Social Network”, la rassegna proseguir  per ogni marted alle ore 16 fino al 20 dicembre con il duplice obiettivo di rafforzare i percorsi formativi integrativi all’interno dei corsi di laurea ed avere un momento di incontro sui temi del diritto e della giustizia per la citt , per la comunit  dei giuristi ed in particolare per i giovani studiosi del settore.

“Si tratta di un’iniziativa assolutamente originale nel panorama accademico italiano -spiega Franco Fichera, preside della Facolt  di Giurisprudenza del Suor Orsola ed ideatore della rassegna – nata nel 2006 nel nostro Ateneo ed ora riproposta anche in altre universit , il che per noi rappresenta un motivo di grande soddisfazione. Anche perch in un contesto accademico molto attento agli approfondimenti teorici ed alle dimensioni pragmatiche del diritto, a mio giudizio, per gli studenti assume un grande valore didattico e di riflessione potersi confrontare con gli sguardi sulla realt  che può offrire un’opera letteraria o cinematografica”.

La rassegna ha per titolo “Davanti alla legge. Immaginare il diritto” con un chiaro riferimento alla celebre parabola kafkiana sulla necessit  della legge (la porta aperta), sulla sua destinazione, sulla sua forma e interpretazione; parabola nella quale Kafka riprende, riscrivendola, una tradizione secolare che risale a Origene.

"L’infernale Quinlan” di Orson Welles (USA, 1958), “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” di Elio Petri (Italia, 1970), film vincitore del Premio Oscar come miglior film straniero e uno dei più grandi capolavori di Francis Ford Coppola come “La conversazione” sono alcune proiezione in programma della rassegna.

In chiave fantascientifica sul tema dell’emigrazione e sulle degenerazioni della societ  moderna al tempo della rete virtuale, sar  proiettata l’opera prima di Alex Rivera “Sleep Dealer” a cui nelle prossime proiezioni seguiranno proiezioni di Blade Runner” e “Minority Report”.

Inoltre il 16 novembre presso il Museo di Capodimonte ci sar  un appuntamento speciale dedicato al rapporto tra diritto e arte pittorica con una “lettura giuridica” dei grandi capolavori giuridica” di uno dei capolavori di Tiziano “Ritratto di Paolo III con i nipoti Ottavio e Alessandro Farnese”

In foto, Orson Welles nei panni di Quinlan