"Il senso della vita tra psicologia e filosofia". il corso di counseling filosofico presentato a Napoli, a palazzo Serra di Cassano. E promosso dall’Istituto Nea Zetesis di Napoli, diretto da Mario Mastropaolo, tra i relatori insieme a Giovanni Casertano, docente di storia della filosofia antica e Matteo Palumbo, docente di letteratura italiana (Universit  Federico II) . Pubblico numeroso per la presentazione di un’iniziativa che sembrerebbe diretta solo agli addetti ai lavori. Ma gi  dalle prime parole dell’intervento di Mastropaolo la sensazione è che questo corso si presenti con una sostanziale novit . Sar , infatti, articolato su tre ambiti, filosofia, psicologia e letteratura . Una interazione, questa, che consente di contrastare la prospettiva di una psicologia senz’anima.
La compresenza delle tre aree disciplinari poggia anche su una maniera diversa di organizzare il corso degli insegnamenti incentrati su moduli riducibili a parole o concetti intorno ai quali si organizzano le lezioni da tre punti di vista diversi. Parole o concetti quali Anima, Morte, Piacere, Felicit , Amore. Proprio sull’Amore è intervenuto Casertano, attraversando questa Parola nel suo senso più profondo, tracciandone il percorso filosofico da Empedocle a Gorgia, per arrivare poi al Simposio di Platone. Anche nell’intervento di Mastropaolo torna, tra l’altro, un richiamo alla filosofia, perch se la centralit  di un essere umano ha a che vedere con la possibilit  di riprendere il rapporto con se stesso, allora l’antica strada del “conosci te stesso”diventa più attuale che mai. Ed il Counseling si pone dunque come strumento per uscire dall’alienazione, per annullare la distanza da se stessi dando cos un senso alla propria esistenza.
Matteo Palumbo cita Massimo Troisi per introdurre la prospettiva della Letteratura “io non leggo mai. Io sono uno a leggere, loro sono milioni a scrivere, non li raggiungo mai!”. Ma è proprio immaginando altre vite attraverso la letteratura che possiamo riprenderle, incapsularle nella nostra vita e cos arricchire il nostro spazio finito attraverso queste esperienze. Ci si interroga cos sugli eterni Veri quali appunto Passione, Tempo, Morte, Felicit , Amore. La Meta è il nostro cammino, la Meta è il Viaggio e la Letteratura ci è di aiuto scegliendo le voci che si intrecciano con il nostro vissuto. Cos, attraverso la prospettiva della Letteratura, possiamo trovare un Senso.
Ai tre interventi, cos diversi ma allo stesso tempo similari per sensibilit  e interesse, hanno fatto seguito poi domande rivolte soprattutto agli aspetti organizzativi del corso, a eventuali sbocchi professionali. Il corso si rivolge in particolare ai laureati in filosofia, l’istituto si riserva, previo colloquio individuale, di consentire l’iscrizione ad altri laureati in scienze umane. Il corso non abilita alla professione di psicologo o di psicoterapeuta.

Per saperne di più
www.neazetesis.it

info@neazetesis.it