Per la prima volta quest’anno, il salone del vino autoctono e tradizionale italiano, Vitigno Italia, alla sua V edizione, sar  ospitato, dal 17 al 19 maggio, nell’incantata cornice del Castel dell’Ovo e della sala degustazione dell’Hotel Excelsior. Per introdurre l’evento, dedicato alla diffusione del vino italiano come sfida al mercato globale, è stato creato “Wine & the city” il primo Fuori Salone del Vino. Una vivace idea, prodotta dalla mente di Donatella Bernabò Silorata, Organizzazione DSL Comunicazione. “Wine & the city “dal 12 al 16 maggio, irromper  nella citt  di Napoli guidandoci nei posti più chic ed eleganti della metropoli partenopea, i quali si faranno in tal modo testimonial del vino made in Italy. La chiave vincente di questa formula è proprio nel pregio di coinvolgere tutta la citt , in tutti i suoi aspetti, coniugando il carattere conviviale di un buon bicchier di vino a quegli aspetti della metropoli partenopea che creativamente si armonizzano con esso.

Sono cinquanta indirizzi che tra boutique, enoteche, wine bar, gallerie d’arte, atelier d’artisti e stilisti hanno offerto un sorso di ospitalit  a questo evento. Unico comune denominatore è il vino, pregiato nettare d’uva che non ha mai smesso di ispirare la mente di artisti e poeti. Il fiume di vino rosso soddisfa in tal guisa anche la sete degli intellettuali e degli amanti dell’arte.

La formula rappresentativa dell’evento è “Segui il filo del vino…” ; cos come il mitico filo di Arianna,sposa di Dioniso, il vino ci guida nel dedalo di appuntamenti in cui l’inebriante bevanda far  gli onori di casa. In questo banchetto di arte ci sar  Voyage Pittoresque, di Via Vittoria Colonna che affianca le nuances dei dipinti esposti e quelle dei vini della Fattoria La Rivolta.

A seguire, il fil rouge ci condurr  anche nella storica Legatoria Artigiana Napoli che aprir  le porte dell’arte della rilegatura per la degustazione dei vini della Tenuta Adolfo Spada. Il binomio libri-vino ha ispirato anche il Penguin Cafè. La culturale e sofisticata enoteca-bar di Santa Lucia propone, infatti una innovativa “poesia dorsale” gli ospiti del wine- bar saranno sfidati a sovrapporre i libri, in modo tale, che i titoli dei dorsi si concatenino creando versi in poesia ispirati al tema del vino. Il tutto accompagnato dal vino delle Cantine Federiciane Monteleone.

Proseguendo nell’enoitinerario, solo per citare qualche altro esempio interessante del connubio vino-arte Dino Ambrosino, in occasione del Wine & the city, aprir  la sua home gallery per un “sabato con arte e vino” E cos, mentre la lingua schiocca sotto il palato con volutt , assaporando i vini di Terre del Principe, sar  possibile osservare la i nuovi dipinti full color dell’artista napoletano.

L’arte teatrale sar , invece, rappresentata con il teatro canzone in “Vino recitas” di Giovanni Giusto che, gioved 14 maggio, alle ore 12.00, accompagner  la presentazione ufficiale del V salone del vino locale e della tradizione italiana, “Vitigno Italia”. Sede dell’evento sar  la Nave Snav Sardegna nel Piazzale Immacolatella Vecchia.

Gli appuntamenti che uniscono il vino con l’arte sono veramente numerosi e per conoscerli tutti è possibile consultare il sito www.wineandthecity.it

Nelle foto, alcuni "luoghi del vino" a Napoli