A Marina Cepeda Fuentes il Premio Elsa Morante per la Saggistica 2011. La giuria del prestigioso evento culturale, presieduta da Dacia Maraini e composta da Andrea Camilleri, Francesco Cevasco, Vincenzo Colimoro, Maurizio Costanzo, Tjuna Notarbartolo, Paolo Ruffini, Emanuele Trevi, Teresa Triscari, ha scelto, per questa sezion,e il libro “Sorelle d’Italia Le donne che hanno fatto il Risorgimento” (Blu Edizioni).
Il testo della Fuentes, che offre ritratti femminili delle coraggiose protagoniste della nostra storia risorgimentale, è stato selezionato per l’attenzione appassionata a figure passionali, tratteggiate con raffinata penna, frutto di accuratissime ricerche tra carte spesso dimenticate. Dalle donne della Repubblica Napoletana alle appartenenti alla societ  segreta della carboneria, dalle eroine dello Stato Pontificio a quelle di Trastevere, alle garibaldine e brigantesse, il libro riporta la storia e le storie inedite di donne note e donne meno conosciute ai più, ma tutte di valore. Un’opera che conquista e, oltre ad affascinare i lettori, riflette ed impressiona. Libro simbolo di quell’importante anniversario che sono i 150 anni dell’Unit  d’Italia, tema al quale l’Elsa Morante di quest’anno dedica particolare attenzione, per doveroso impegno culturale, senza dimenticare la grande considerazione che la Morante aveva de “La Storia”.
Marina Cepeda Fuentes è nata a Siviglia, ma vive e lavora in Italia. E’ scrittrice, giornalista e fotografa. Scrive di cultura e culinaria su testate spagnole ed italiane e collabora con la Rai come autrice e conduttrice di programmi radiofonici di successo.

I vincitori delle altre sezioni del Premio saranno annunciati nei prossimi giorni.

La manifestazione letteraria è organizzata dall’Associazione Culturale Premio Elsa Morante in collaborazione con La7, sotto l’Alto Patronato della Presidente della Repubblica, e si svolger  presso la Protomoteca del Campidoglio il prossimo 10 novembre, ore 18,00. (Per prenotazioni, possibili fino ad esaurimento posti, contattare il 3332222632 o scrivere a premioelsamorante@premioelsamorante.it)

Pithekoussai, canti di un’Isola
La sua musa è l’isola verde. Paola Casulli, nata a Ischia, l’ha lasciata daragazzina per seguire il padre in giro per l’Europa, portandosela nel cuore. E ora le dedica quarantasette liriche raccolte sotto il titolo “Pithekoussai” (Canti di un’Isola, Kairòs Edizioni -Collana “Le parole della Sibla”, € 10,00, pp.72). Il volume è stato presentato alla libreria Loffredo di via Kerbaker, 19/21.
Con l’autrice, sono intervenuti Delia Morea, Marisa Pumpo Pica e Giuseppe Vetromile. Letture di Mariarosaria Riccio. L’evento è stato organizzato in collaborazione con il centro culturale Cosmopolis.
“Pithekoussai” ovvero versi sul luogo dell’infanzia. Visioni variegate e autonome, protagoniste di un affresco armonioso. Libro tutt’altro che monocorde, al contrario vitale per i suoi colori e la sua musicalit  in una gamma molto estesa e gradevole. Poesia alta, matura, elegante ma non sfarzosa, autentica senza essere eccessivamente progettata e costruita.
Il contatto con diverse culture è il substrato in cui si nutre la vena poetica dell’autrice, cos come la volont  di riscoprire le sue origini perdute proprio a causa del precoce abbandono della sua isola.
Paola Casulli ha pubblicato “Lontano da Itaca” (Ed. Pentarco, Torino) e “Mundus novus” (Ed. del Leone, Venezia). Fondatrice dell’associazione culturale “Incanto errante” e organizzatrice di incontri letterari e laboratori di poesia in librerie e circoli culturali. Attualmente vive a Verona.

In foto, Elsa Morante