Uno dei più giovani tenori del panorama lirico mondiale, Vincenzo Costanzo (in foto), dopo il successo nella Butterfly di Delbono, arriva alla rassegna Sorrento Classica nel suggestivo chiostro di San Francesco mercoled 30 luglio alle 21.15. L’evento è un “Omaggio a Enrico Caruso sinfonie, arie e duetti d’opera, canzoni napoletane d’autore”.
Con Costanzo, che ha iniziato la sua formazionemusicaleall’et  di sei anni cantando nel coro delle voci bianche del Teatro San Carlo di Napoli e all’et  di 11 anni ha debuttato come solista nell’Opera Lo Schiaccianoci, si esibir  anche il baritono Ernesto Petti. Ad accompagnare i cantanti la Russian Symphony Orchestra diretta dal maestro Leonardo Quadrini.
Il programma prevede Capriccio italiano di Ptr Il’ič Čajkovskij, Recondita armonia(dalla Tosca) di Giacomo Puccini, Il balen del suo sorriso (dal Trovatore) di Giuseppe Verdi, Non puede ser da La tabernera del puerto zarzuela di Pablo Sorozbal, Di Provenza, il mar, il suol (da La Traviata) di Giuseppe Verdi, Addio fiorito asil (da Madama Butterfly) di Giacomo Puccini, Sinfonia da Nabucco di Giuseppe Verdi e, infine, alcune canzoni classiche napoletane di autori vari.
Gioved 31 luglio, invece, per l’iniziativa Sorrento Gentile incontri con i protagonisti di Giuliana Gargiulo, alle 19,30 , sempre nel Chiostro di San Francesco, Antonio Lubrano presenta “L’isola delle zie”, Ferrari editore.
La kermesse sorrentina è organizzata dalla Societ  dei Concerti di Sorrento, in collaborazione con il Comune e il sostegno della Regione Campania.