«E’ il libro della città». Così Donatella Gallone, giornalista, editrice, direttore del mondodisuk (portale, emagazine, casa editrice), promotrice di Sos Partenope, sintetizza il progetto culturale di traduzione e diffusione del “Dizionario appassionato di Napoli”, circa seicento pagine scritte da Jean-Noël Schifano, cittadino onorario, instancabile sostenitore della identità culturale partenopea.
Dopo il Grenoble, il plesso del campo del Moricino, la pasticceria  Carraturo in via A. Ruiz,  il caffè letterario “Il tempo del vino e delle rose”, Sos Partenope approda a Porta Capuana, e precisamente nel Chiostro cinquecentesco della Chiesa di Santa Caterina a Formiello restituito, dopo il restauro, alla città, esempio di riqualificazione sociale attraverso i luoghi che raccontano.
Made in Cloister accoglie passato, presente e futuro, soprattutto è il futuro che si respira nell’impostazione del luogo data dall’architetto Antonio Martiniello.
Per questo nuovo incontro con la città erano presenti l’autore, l’editore, ed Eugenio Bennato, ambassador dell’evento, il tutto coordinato dal giornalista e editore Pietro Golia. Dopo i saluti di Antonio Martiniello che mette in evidenza la comunione d’intenti con Sos Partenope, Pietro Golia focalizza l’obiettivo del “Dizionario appassionato di Napoli”, la consapevolezza della memoria storica della città.
Più che di un dizionario possiamo parlare di un’enciclopedia che attraverso un revisionismo storico viaggia nella mentalità del suo popolo producendo attaccamento. L’autore del “Dctionnaire amoreux de Naples” visibilmente felice di essere a Napoli, dice a chiare lettere quanto per lui sia vitale respirare la città e la sua gente, di quanta ispirazione ne ha tratto, al punto di aver scritto sulla città almeno una quindicina di libri.

Made in Cloister | ilmondodisuk.com
Uno scorcio del chiostro. I due scatti in questa pagina sono di Ferdinando Kaiser

E’ magnetico Schifano, con tanta passione parla di Napoli, città-nazione, dei suoi primati passati e di quelli che certamente svilupperà ancora. Per JN comprare il Dizionario significa ricomporre il puzzle di un grande specchio, ognuno prende il suo frammento e si riconosce finalmente vedendosi per quello che realmente è.
Il vero motore è Donatella Gallone: crede profondamente nel cambiamento che può profondere la lettura e la divulgazione del Dizionario.
Appassionatamente, scientificamente, tenacemente, intravede e fa intravedere ai presenti la trasformazione che può provocare la presa di coscienza della nostra vera identità. Tutto si incastra alla perfezione in questa serata dedicata al mutamento, le letture “Barocco esistenziale” e “Campi Flegrei”, fatte dal bravo attore Darioush Forooghi (piccoli brani gia tradotti da Francesca Fichera), e la musica.
I testi delle canzoni di Eugenio Bennato (tra queste “Che il Mediterraneo sia” e “Mon père et ma mère”) ci fanno scoprire quanto siamo stati usati e usurpati fino a rimanere solo “una questione meridionale”. Pubblico soddisfatto, un’altra goccia è stata aggiunta per arrivare all’effetto onda desiderato.

 

IL PROGETTO

#SosPartenope Dizionario appassionato di Napoli è stato lanciato  dall’editoriale web e casa editrice ilmondodisuk sulla piatatforma www.derev.com/sospartenope.
Obiettivo: tradurre in italiano il Dictionnaire amoureux de Naples dello scrittore Jean-Noël Schifano, cittadino onorario di Napoli, per far conoscere la vera identità di  Napoli,  oltre gli errori storici e i pregiudizi. SosPartenope  lancia la sfida a coloro che amano Napoli e vogliono dare voce alla sua intensità.
Un ebook per innamorarsi e far innamorare  di Napoli, un dizionario dalla a alla zeta che, in ottanta storie, racconta la vera essenza di una città troppo spesso ignorata, umiliata, derisa, attraverso stereotipi  E’ possibile partecipare al progetto di crowdfunding sulla piattaforma Derev (www.derev.com/sospartenope). I fondi, necessari a coprire le spese di realizzazione, saranno impiegati per creare opportunità per i giovani napoletani che potranno esprimere il proprio talento.
Il testo sarà tradotto, infatti, da allievi dell’Università Suor Orsola Benincasa guidati dal docente Alvio Patierno. La grafica, le illustrazioni e la copertina del libro verranno realizzate dagli studenti del liceo artistico Boccioni-Palizzi, capitanati dal professore Peppe Esposito