Domenica 16 giugno 2013, ci sar  un importante momento in cui le bellezze della natura saranno finalmente accessibili alle persone con disabilit , con il progetto “DIVERSAMENTE SPELEO” EDIZIONE 2013. Quando si svolger  l’esplorazione della grotta della Beata Vergine di Frasassi, cuore pulsante del progetto, costituito da grotte carsiche sotterranee che si trovano all’interno del Parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi nel comune di Genga (Ancona). L’edizione 2012, invece, vide protagoniste le Grotte di Bellegra. Questo progetto impegna diverse realt  attive a livello nazionale, tra le quali, appunto l’Associazione La Macchina del Tempo’, presieduta da Luca Cuttitta, associazione che gestisce il Museo del Sottosuolo di Napoli (piazza Cavour 140- Napoli); realt  unite da un comune obiettivo, ovvero dare a tutti la possibilit  di accedere al patrimonio naturalistico.
L’esplorazione coinvolge le persone con disabilit  anche gravi, che verranno portate a scoprire le bellezze delle grotte, cavit  naturali tipiche sia per la formazione di stalattiti e stalagmiti, sia per la particolare fauna ipogea presente. All’interno delle cavit  carsiche si possono ammirare alcune sculture naturali formatesi a opera di stratificazioni calcaree nel corso di 190 milioni di anni grazie all’opera dell’acqua e della roccia. Le persone verranno condotte in grotta, attraverso l’ausilio di barelle attrezzate. questo il fulcro del progetto che segna, con l’edizione 2013, l’ennesimo importante traguardo; la grotta naturale, infatti, è un ambiente gi  di per s ostico, anche per le persone senza disabilit , e quindi averlo reso accessibile attraverso l’ausilio di barelle attrezzate significa che, volendolo davvero, qualsiasi ambiente, può essere fruibile da tutti.
Il progetto, in realt , prende il via nel 2011, grazie alla comunione di intenti e di risorse messe in campo e con entusiasmo, dall’indipendente Alejandra Meda, dalla suddetta La Macchina del Tempo’, e ancora da La Scintilena’, il G.S.A Vespertilio’ e lo speleo club Forl’.
“Tutti devono avere l’opportunit  spiegano gli organizzatori –di stupirsi di fronte alle meraviglie di un ambiente non facilmente accessibile, ma che riserva scenari stupendi ed unici”.
In questa edizione, cresciuta gi  rispetto la precedente, sono stati coinvolti inoltre vari gruppi speleo provenienti da diverse parti d’Italia.
Fondamentale per l’organizzazione e la conseguente realizzazione, è la fase della raccolta fondi e donazioni, necessaria soprattutto per l’acquisto di barelle sanitarie nuove, che verranno messe a disposizione dei gruppi che vorranno usufruirne. Si è creata comunque una realt  molto forte che, anche senza fondi, non arretra e non demorde. Un’esperienza che vuole coinvolgere tutto l’universo della disabilit , dalle persone in grado di camminare, anche se con difficolt  variabile, ad altre completamente allettate.
Chi ha la possibilit  inoltre di sostenere, anche se in piccola parte, il progetto Diversamente Speleo,può contribuire con una donazione, per l’acquisto di barelle e materiali, sul C/C 11494924IBAN IT 53A 03165016 00000110494924 intestato a La Scintilena.
Tanti fantastici obiettivi da raggiungere in un solo evento, per i partecipanti, superando i preconcetti e le “paure” come quella del buio e dell’ignoto e l’emozione di affrontare una sfida con l’aiuto dei ragazzi di Diversamente Speleo. Che, reduci dall’esperienza 2012, sottolineano “Ci hanno permesso di vedere angoli della natura per noi impensabili e inimmaginabili. Da Frasassi ci aspettiamo un bel bis emotivo come l’anno scorso a Bellagra. In più sar  sicuramente un’occasione di messa alla prova delle nostre capacit  di sfida e di lotta come persone con disabilit “.
Un progetto pilota, dunque, che ci si augura possa essere d’esempio per rendere accessibile molti altri siti, un momento da replicare, si spera, su qualsiasi territorio.

STRALUNARIA A PASSI DI DANZA
Una danza eseguita sospesi nel vuoto. Un volteggio leggiadro capace di annullare la forza di gravit , affascinando lo spettatore con i suoi movimenti fluidi, che non mostrano lo sforzo di eseguire coreografie articolate ed impegnative a livello fisico. E’ tutto questo lo spettacolo StralunAria, di scena al Museo del Sottosuolo venerd 14 giugno alle ore 21.30. A mettere in scena questo spettacolo che si muove tra toni giocosi e buffi, la compagnia di teatro e danza aerea ImmaginAria, capitanata da Viola Russo, che cura regia e coreografia.

In foto, particolare del logo della manifestazione e alcuni momenti della scorsa edizione

Per saperne di più

Il Museo del Sottosuolo,Piazza Cavour, 140 80137 | Napoli
331-2086848
www.ilmuseodelsottosuolo.com
www.lamacchinadeltempo.info