“Il San Carlo/per una scuola di vita” è la proposta che il Reale Teatro di Napoli rivolge alle scuole per la stagione 2015/2016. Studiata su vari livelli a seconda della fascia di età o del livello di alfabetizzazione musicale e realizzata in collaborazione con l’ufficio scolastico Regionale della Campania e il sostegno di Eni, la stagione educational nasce con l’ambizione di formare il pubblico di domani e di avvicinare i giovani al teatro e alla musica.
Quattordici gli spettacoli in calendario. Si inizia il 12 gennaio al teatro di Corte di Palazzo Reale con “Lo Schiaccianoci”. A seguire, la scuola di ballo del teatro sarà protagonista del balletto ispirato alla fiaba “Peter Pan”, coreografie di Anna Razzi su musiche di Gaetano Panariello. Per offrire un approccio interdisciplinare e ricordare pagine importanti della storia, si prosegue il 27 gennaio con il “Concerto della memoria” in ricordo delle vittime dell’Olocausto.
A febbraio l’Orchestra stabile farà rivivere ai bambini la favola musicale di “Pierino e il lupo”. In scena a marzo “Musico de Musicis”, il cartone animato che accompagna i ragazzi in un viaggio attraverso la storia della musica, e, dal 16 al 18, per i ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori, una selezione di scene dall’opera “Falstaff” di Giuseppe Verdi.
A aprile la programmazione prosegue con “Ottoni fracassoni…A lezione!”, “Copplia”, in data unica il 7, “Cinquetto”, un gruppo di cinque professori d’orchestra del teatro che in maniera ironica e con il coinvolgimento del pubblico traccerà un itinerario scandito da brani della tradizione classica fino a toccare compositori romantici e moderni, e il classico senza tempo della narrativa italiana, “Pinocchio” di Collodi.
In calendario a maggio, “La Principessa e le 7 notine”, una nuova produzione del San Carlo su libretto e musica di Luigi Del Prete, e “Ecor – un emoticon all’opera”, un excursus musicale alla scoperta dei più grandi autori della storia dell’opera lirica raccontati da Ecor. In data unica (29 ottobre) da un’idea della regista Emanuela Giordano, andrà in scena “Le Quattro giornate di Napoli”, pièce che ricostruisce momenti fondamentali della memoria storica cittadina. Infine in data da definirsi, “Il senso del Mattino”, cortometraggio di Luca Apolito che racconta la storia della città di Napoli attraverso il suo giornale (Il Mattino).
La stagione educational si arricchisce anche di otto percorsi didattici studiati per target diversi di docenti e studenti: “All’opera all’opera LAB” (approfondimenti sulle opere in stagione), “Seminamusica” (progetto di educazione all’ascolto rivolto agli allievi delle scuole elementari), “Fuori l’Opera” (proiezioni nelle scuole superiori di un’opera con commento di un musicologo), “Teatro San Carlo IN…FORM…AZIONE” seconda edizione, (offerta formativa per l’educazione degli adulti delle scuole serali e dei CPIA – centri provinciali di istruzione per adulti -, “Storia e musica” (visite al teatro, proiezioni, percorsi multimediali per gli studenti di tutti i gradi), “Raccontare la musica” (corso di formazione riservato agli insegnanti riconosciuto dal MIUR Campania), “Alternanza Scuola-lavoro”(progetto volto a disciplinare l’inserimento degli studenti in ambito lavorativo con un’esperienza pratica al San Carlo).
«Sono convinta che questa iniziativa rappresenti un’importante occasione di crescita per i nostri studenti, afferma Luisa Franzese, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania. Con l’alternanza, continua, si intende fornire ai giovani, oltre alle conoscenze di base, quelle competenze necessarie a inserirsi nel mercato del lavoro».
Infine, il progetto “Carta dei Comuni”, istituito dalla Fondazione teatro di San Carlo per implementare i rapporti con i comuni della Regione e consentire un accesso agevolato a più fasce di pubblico e la settima edizione del Premio San Carlo, la rassegna scolastica per le scuole che ha lo scopo di incoraggiare i giovani allo studio di uno strumento musicale.
Un’offerta ampia e articolata per raggiungere il territorio in maniera capillare. «Il teatro afferma la sovintendente Rosanna Purchia deve suscitare curiosità e fornire un’alternativa ai giovani che vivono nei quartieri disagiati. Questo è uno dei tanti esempi del quotidiano impegno del Massimo di Napoli per il sociale».

Per saperne di più

Tel. 0817972310 Fax 0817972453
email scuole@teatrosancarlo.it

www.teatrosancarlo.it

Nella foto, una scena dello “Schiaccianoci”