Sua maestà, il baccalà. Per la prima volta in città sul lungomare di Napoli “BaccalàRe street event”, da quest’oggi e fino a domenica 21 maggio. Un lungo week-end per apprezzare il “nordico” merluzzo da mangiare in tutti i modi della ristorazione napoletana, a buona conferma della cucina popolare partenopea.
Dalle 12 alle 24, per tutti e quattro giorni, la kermesse sarà animata con eventi, tavole rotonde, degustazioni di vini e formaggi, dj set e spettacoli di intrattenimento per adulti e bambini.
I migliori ristoratori napoletani, uniti dall’amore e dalla passione per il Baccalà, cucineranno per i visitatori piatti strepitosi, affiancati da Chef Stellati, del calibro di Francesco Sposito – doppia stella Michelin – e da Chef di livello internazionale come Raffaele Lenzi –  già sous chef all’Hotel Armani, oggi al Berton al Lago – e Antonino Maresca, chef e pasticcere sorrentino, che per l’occasione preparerà un dolce al baccalà.
Dieci tonnellate di filetto di cuore baccalà, 1000 metri quadrati del villaggio sul lungomare, 10 mila bottiglie di vino, 24 stand dove sono state riprodotte vere e proprie cucine professionali, 1 cucina mobile, 100 gli addetti ai lavori e il personale impegnato, 100mila piatti, bicchieri, posate, tovaglioli, tazzine per il caffè (tutto materiale biodegradabile).
Saranno previsti menù per adulti e menù per bambini. Per gli adulti ci sarà anche la possibilità di scegliere la singola portata, per permettere agli amanti del baccalà di provare più pietanze cucinate dai diversi chef.
Altissima la qualità dei prodotti che saranno serviti, considerata la platea dei ristoranti e dei marchi che hanno aderito all’evento. Per la prima edizione “BaccalàRe” schiera una squadra vincente e invidiabile: Baccalaria osteria e vineria con la sua bottega, Terrazza Calabritto, Crudorè, Gourmeet, Antica friggitoria-rosticceria Masardona, 12 Morsi, Napoli 1820, pizzeria Nanà, il ristorante Sancta Sanctorum, La cantina dei Lazzari, Piccerelle, il ristorante giapponese Roji Japan Fusion, ristorante San Pietro, Cuori di sfogliatella, Augustus.
Nel fitto programma sono previsti incontri, dibattiti e corsi specializzati per chi vorrà dilettarsi in cucina ed apprendere le origini, le tecniche, la diffusione e i metodi di conservazione del Baccalà, prodotto unico della cucina tradizionale napoletana.
Media partner dell’evento sarà Radio Marte, che animerà il lungomare di Napoli durante la kermesse con dirette radiofoniche e il quotidiano Il Mattino.
In foto, un  piatto dedicato al baccalà
Programma completo su
http://www.baccalare.it/