Luisa Guarro e Antonio Mocciola rileggono il capolavoro di André Gide e lo propongono sul suggestivo palcoscenico del piccolo Teatro Tram, nel cuore storico della città, in via Port’Alba, 30,  dal 26 al 29 aprile (alle 21, domenica orario pomeridiano alle 18).
“L’immoralista. Ti guarirò con la violenza del mio amore” ispirato dal romanzo dello scrittore francese, Nobel per la Letteratura, è interpretato da Giovanni Esposito e Marilia Marciello (foto). Il disegno luci è di Paco Summonte; la realizzazione scenografia di Laura Simonet; direzione allestimento Marco Perrella e l’ allestimento è curato dagli allievi della Scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.
Lo spettacolo diretto da Guarro porta in scena la storia di Michel e Marceline, giovani sposi appartenenti all’alta borghesia della Francia colonialista. Storia di una coppia infelice, intrappolata in un perpetuo viaggio di nozze.
La loro infelicità deriva da una profonda condizione di costrizione. L’ educazione morale del tempo (1901) è rigida, impone modelli di vita stretti e il sistema sociale indossa la comoda veste dell’ipocrisia. La repressione dell’autenticità debilita e fa ammalare.
Per guarire Michel fa appello alle sue forze vitali e istintive, entra in contatto con le sue intime e inesplorate pulsioni, per “imitazione della salute dei bambini selvaggi, conosciuti in Africa”, per la prima volta, sperimenta viscerali sussulti di vita.
Di quei bambini s’innamora, in tutti i sensi, si ribella alla morale corrente e con entusiasmo scopre la vita, i colori e gli umori. Ma i suoi impeti istintivi sono inadeguati, totalmente inconsapevoli e incontrollati, non accordati alla realtà e alle relazioni nel corso di una libera crescita.
 Marceline, invece, è totalmente calata nel cattolicesimo borghese e benpensante.  Combatte la sconsiderata ribellione di Michel, ma diventa per lui riferimento materno, amorevole e severo; disposta ad accettare quelle “stravaganze”, lascia che compia errori, che ne soffra e torni continuamente sui propri passi, fino a quando, però, le sue energie non esplodono… Una rappresentazione da non perdere.
info e prenotazioni
342 1785930 (anche whatsapp)
tram.biglietteria@gmail.com