Con il Natale ormai alle porte, le strade si riempiono di luci, musiche, giocattoli. A Napoli, come altrove, le feste si odorano attraverso quel tipico profumo di caldarroste, misto al fumo dei botti di capodanno che giovani sempre più bambini si divertono a far esplodere. Gioia, festa, felicit . Il Natale porta sempre con s qualcosa di magico, che tu abbia otto, oppure novant’anni, poco importa. La magia c’è sempre. E qualcosa di magico lo ha anche la stupenda iniziativa messa in scena, proprio in occasione del Natale 2014, dal complesso scolastico ed universitario “Suor Orsola Benincasa”, un progetto che coinvolge studenti di tutte le et , dai bambini della scuola primaria, agli universitari. La settimana che precede il Natale sar , infatti, animata da una serie di interessanti iniziative, che preluderanno l’avvio delle attese vacanze invernali.
La manifestazione è stata inaugurata venerd 13 dicembre da una bellissima, quanto magistrale, relazione di Peter Hunt, professore emerito di Children’s Literature alla Cardiff University, tra i massimi esperti mondiali di Letteratura per l’infanzia, interamente dedicata alla comunicazione pedagogica. Marted 16 dicembre alle 20, nella prestigiosa Sala degli Angeli del Suor Orsola, sar  invece di scena la grande musica classica di Chopin e Liszt con un concerto del Maestro Michele Campanella, organizzato in collaborazione con la Fondazione Terzo Pilastro – Italia Mediterraneo, al termine del quale ci sar  la ormai tradizionale cerimonia di accensione dell’Albero Maggiore, l’albero di Natale non artificiale più alto della Campania, un cipresso plurisecolare che campeggia nel giardino del claustro dell’antica cittadella dell’Universit  Suor Orsola. Sar  il Rettore (Lucio d’Alessandro) ad accendere le lampadine luminose, posizionate “a cascata”, che daranno luogo ad un variegato gioco cromatico.
Mercoled 17 dicembre a partire dalle 17.30 l’antico claustro del Suor Orsola diventer  come “Il regno di ghiaccio” del celebre “Frozen” di Walt Disney, per la festa tematica dei Licei dell’Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa. In chiusura, le canzoni del Natale cantate dai liceali animeranno la cerimonia di premiazione del Premio Suor Orsola, dedicato agli ex allievi di scuole e Universit  divenuti “famosi”. Un premio che, giunto appena alla sua settima edizione, ha gi  un albo d’oro di grandissimo prestigio da Silvia Croce a Isa Danieli, da Mirella Barracco alla giornalista Rai, Adele Ammendola, dallo scienziato Pier Paolo Claudio, direttore del Dipartimento di Terapia Molecolare della Marshall University in West Virginia, al presidente emerito della Corte Costituzionale, Giuseppe Tesauro.

Venerd 19 dicembre, infine, a partire dalle ore 16, la chiusura della settimana sar  affidata ai più piccoli, con l’apertura, nell’antico claustro, del “Villaggio di Babbo Natale”, costruito dagli alunni del progetto di multilinguismo della scuola primaria e della scuola per l’infanzia.
Prima le esibizioni in Sala degli Angeli un divertissement danzante sulle note dello Schiaccianoci di Čajkovskij, frutto di un progetto di formazione musicale emotiva, le poesie mimate delle Damine di zucchero e i canti natalizi in inglese de “Il Cantiere”, il Coro stabile dell’Istituto Scolastico diretto da Paola Casagrande. Poi l’apertura del Mercatino di Natale, in cui i manufatti realizzati dai bambini, saranno regalati a tutti i presenti. Un natale, al Suor Orsola molto ricco, come avrete potuto immaginare. Qualche giorno, diremo noi, per continuare, nonostante le note problematiche, a sognare la magia del Natale.