Il Comune di Napoli è sempre più rosa. In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre, lancia la rassegna dal titolo:” #svergògnatiUn atto d’amore. 1 donna su 3 è vittima di violenza. Non è un fenomeno. E’ un fatto. Di tutte e di tutti.
La rassegna, che durerà fino al 27 novembre, è ideata e promossa dall’assessorato alle pari opportunità in collaborazione con gli assessorati all’istruzione, al welfare, ai giovani e alla cultura, la Città Metropolitana le 10 Municipalità e gli organismi di parità, si articolerà in più giorni e in più luoghi e sarà finalizzata alla sensibilizzazione e condivisione di una contro-narrazione, o meglio, di una narrazione sana e libera della figura femminile nella società contemporanea.
#svergognati (si dice svergògnati con l’accento appunto sulla o) si propone come un invito alla riflessione sulla condizione, l’empowerment, la denuncia, la consapevolezza del processo e del ciclo proprio della violenza contro le donne, al fine di generare una costruzione partecipata di un processo trasversale di contro-narrazione della figura femminile negli ambiti sociali, civili, culturali, economici, lavorativi e sanitari del vivere comune.
#svergognati è anche un’esortazione a una riflessione critica sulle cause e le con-cause della violenza contro le donne. Un invito al rafforzamento di un necessario processo di auto-consapevolezza e responsabilizzazione umana – individuale e collettiva – in tema di tutela dei diritti umani, civili, politici, sociali, culturali, economici, sanitari, ambientali, sessuali e riproduttivi delle donne.
L’indagine proposta da #svergognati è sul fenomeno della violenza di genere quale dato di fatto, pratica (oltre che reato) trasversale e pervasivo, tipico di una società fortemente caratterizzata da una cultura di matrice sessista, maschilista e patriarcale.
«La violenza sulle donne– sottolinea Daniela Villani, assessore alle pari opportunità è un fatto trasversale e non targettizzabile per età, genere, livello d’istruzione, estrazione sociale, etnia. Per il 25 novembre, al convegno, vi saranno 5 tavoli tematici. Dopo i saluti istituzionali ci sarà un reading di Rosalia Porcaro. Sono state coinvolte numerose scuole e sarà realizzata una campagna di comunicazione su bus, taxi e metrò».
La rassegna culminerà, infatti, con il convegno “Strategie di prevenzione e contrasto alla Violenza contro le Donne” previsto per il 25 novembre dalle 9 alle 14 nel complesso monumentale S. Maria La Nova, organizzato in collaborazione con la Città Metropolitana.
Vi parteciperanno il sindaco Luigi de Magistris, il prefetto di Napoli, Gerarda Maria Pantalone, Guido Marino, l’assessore Nino Daniele, la consigliera della città metropolitana Elena Coccia, la consigliera di Pari Opportunità della Città Metropolitana Isabella Bonfiglio.