El ingenioso hidalgo don Quijote de la Mancha è il titolo originale del noto romanzo di Miguel de Cervantes “Don Chisciotte della Mancia”, nel quale il cavaliere errante, accompagnato dallo scudiero Sancio Panza, combatte per dare ai poveri quello che toglie ai ricchi. Il cartellone della stagione di danza del Teatro di San Carlo propone al pubblico il balletto dal titolo omonimo ispirato appunto al romanzo cavalleresco “Don Quijote”, coreografia di Marius Petipa. La storia d’amore tra la bella Kitry e Basil ostacolata dal Gamache, verr  invece favorita dal nobile Don Chisciotte. La trama ovviamente si dipaner  attraverso le immagini del romanzo come la ben nota lotta contro i mulini al vento.
Protagonista sar  una stella del Bolshoi e della Scala di Milano l’toile Svetlana Zakharova accompagnata da Alessandro Macario nel ruolo di Basil. I due protagonisti si esibiranno al debutto il 22 marzo e nelle repliche del 24 e del 26 marzo, mentre nelle altre date (23 e 27 marzo) la protagonista sar  interpretata dalla ballerina Chinara Alizade e Basil da Mikhail Lobukhin, primo ballerino del Bolshoi. L’allestimento è del Teatro dell’Opera di Stato della Georgia. Interessante sar  ascoltare la prima esecuzione di un balletto da parte dell’orchestra giovanile Luigi Cherubini diretta da Aleksej Baklan. Le musiche sono di Ludwig Minkus. In scena il corpo di ballo del Teatro San Carlo e gli allievi della Scuola di Ballo diretta da Anna Razzi.
In linea con l’impegno sociale e civico che da sempre contraddistingue le attivit  del San Carlo, lo spettacolo ha avuto un’anteprima per le scuole il 21 marzo alle ore 11.30, il cui incasso andr  a favore della ricostruzione di Citt  della Scienza, mentre l’incasso della prova generale, prevista per la stessa data, alle ore 18.00, sar  devoluto alle associazioni Arcimovie e Miradois.
La danza, come si sa, attrae grandi e piccini; un grande successo di pubblico è l’aspettativa che non andr  delusa.

Nell’immagine, Svetlana Zakharova, photo by Damir Yusupov

L’EVENTO/ CINEMA E DIRITTI IN PRIMO PIANO LA GRECIA

Non si ferma la rete del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli. Dopo la serata di festeggiamenti con la proiezione dei film vincitori dell’edizione 2012 nel corso di AstraDoc, un nuovo appuntamento è ora previsto per venerd 22 marzo alle ore 19,00 presso l’ex Asilo Filangieri, nel cuore antico del capoluogo partenopeo. L’incontro, promosso dall’Associazione “Cinema e Diritti” e dall’Universit  degli Studi di Napoli "Suor Orsola Benincasa", intende offrire un contributo alla conoscenza di alcuni aspetti meno noti della situazione sociopolitica determinatasi in Grecia negli ultimi mesi, anche in considerazione degli equilibri politici conseguenti alle recenti elezioni tenute in Francia e in Italia e del silenzio dei media in merito a questa grave emergenza democratica.

A introdurre la serata saranno Maurizio Del Bufalo, coordinatore del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli e Antonello Petrillo, sociologo, che ha curato l’organizzazione del convegno internazionale “Guerre per i diritti/Guerre contro i diritti? Globalizzazione e crisi della democrazia” che si terr  a Minori (SA) dal 24 al 27 marzo 2013 e di cui Michaelis Lianos sar  ospite e animatore. A curare l’intervista con Lianos sar  il giornalista del Corriere del Mezzogiorno, Antonio Fiore.