La video-arte dal Taiwan sbarca a Napoli. Gioved 2 luglio alle ore 12.30 il Pan (Palazzo delle Arti, in Via dei Mille, 60, Napoli) inaugura la rassegna “The Epic in the Everyday” dedicata al mondo della video-arte e dei nuovi media. Interverranno: Nicola Oddati, assessore alla cultura del Comune di Napoli, Marina Vergiani, dirigente del Pan, Yih Jung Tsung, ambasciatore dell’Ufficio di Taipei in Italia, Chen Chih-chen, direttore del Taiwan Cultural Center, Pei-ni Beatrice Hsieh, direttore del Kaohsiung Museum of Fine Arts
L’evento, curato da Tseng Fangling, rinnova la collaborazione fra il Pan e il Kaohsiung Museum of Fine Arts inaugurata con il grande successo registrato nel 2007 dalla mostra “Tracce nel Futuro”.
Sette giovani artisti taiwanesi (Chou Yu-Cheng, Kuo I-Chen, Li Chieh-hua, Peng Hung-Chih, Tsui Kuang-Yu, Wang Ya-Hui, Wu Chi-Tsung) esplorano e indagano le capacit  e le potenzialit  artistiche e comunicative della contemporanea arte dei video, dei film e dell’animazione, soprattutto in rapporto al tempo, allo spazio e alla creativit  immaginifica. Un mezzo moderno usato per leggere e rivisitare, in chiave poetica e lirica, la realt  attuale.
I progettisti della mostra usano infatti l’epillion, primissima forma di poesia epica, per infondere le loro opere video di simbologie e metafore, che riflettono il richiamo degli artisti taiwanesi alle circostanze della vita e allo stato critico del mondo contemporaneo. Le storie raccontate derivano dalla vita quotidiana, riportando il senso delle leggende locali.
L’attenzione si concentra su soggetti normali e momenti della vita quotidiana, trasformati in una composizione poetica sulla vita, per rappresentare con naturalezza ed abilit , gli intrecci dell’esistenza umana, inclusi aspetti quali il mistero, l’umorismo, la solitudine e la tristezza.
Ancora una volta l’arte contemporanea dialoga con la tradizione e con l’antico: ora l’epica, non narra gesta, storiche o leggendarie, ma racconta e documenta la vita di ogni giorno, i disagi e le gioie, che grazie alle immagini, immediate e suggestive, ci rende partecipi, sotto una differente angolazione, di quel mondo che, pur appartenendoci, non riusciamo più a cogliere e comprendere.
Il 3 luglio, inoltre, alle ore 12.00, è previsto un incontro di approfondimento sulla tema della rassegna, al quale parteciperanno la curatrice Tseng Fangling e gli artisti Chou Yu Cheng, Tsui Kuang-Yu, Peng Hung-Chih e Wu Chi-Tsung.

Dal 2 luglio al 3 agosto 2009

Orari: feriali: 9.30 > 19.30 | festivi: 9.30 > 14.00 |chiuso il marted
www.palazzoartinapoli.net

In alto, un frame dal video di Kuo I-Chen