Un premio Nobel giapponese  a Napoli. Takaaki Kajita riceverà la  laurea honoris causa in fisica  lunedì 30 gennaio nel complesso federiciano di Monte Sant’Angelo, alle 15, aula Carlo Ciliberto.
Vincitore del Premio Nobel nel 2015, insieme al canadese Arthur McDonald per la scoperta delle oscillazioni del neutrino che mostrano che il neutrino ha massa. In particolare, Kajita ha scoperto che i neutrini presenti nell’atmosfera cambiava identità.
Classe 1959, nativo di Higashimatsuyama,
ha sempre lavorato nell’Università imperiale di Tokyo, dove attualmente dirige l’Istituto per le ricerche sui raggi cosmici. Nel 1998 ha scritto una ricerca fondamentale sulla mutazione dei neutrini, catturati nell’osservatorio Super-Kamiokande, dove vengono studiati i neutrini che si formano nelle reazioni tra i raggi cosmici e l’atmosfera terrestre.
Introdurranno la cerimonia: Gaetano Manfredi, Rettore Università degli Studi di Napoli Federico II, Piero Salatino, Presidente della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base della Federico II, e Leonardo Merola, Direttore del Dipartimento di Fisica “Ettore Pancini” dell’Ateneo federiciano.
Terrà la Laudatio Academica di Takaaki Kajita Vittorio Palladino, professore di Fisica Sperimentale della Federico II, a cui seguirà la lectio magistralis del Premio Nobel . Infine, la consegna del rionoscimento.
In foto, Takaaki Kajita