Teatri di Pietra. Continua la rassegna nel suggestivo sito di Villa Imperiale Pausilypon a Napoli. Stasera, gioved 26, alle 21.30, lo spettacolo Il Rosario, dal racconto di Federico De Roberto (Napoli, 16 gennaio 1861 Catania, 26 luglio 1927), progetto, drammaturgia e regia di Clara Gebba e Enrico Roccaforte presentato da teatro Iaia.
In scena, Filippo Luna e di Nenè Barini, Germana Mastropasqua, Alessandra Roca. Musiche originali e direzione musicale curate da Antonella Talamonti, i costumi firmati da Grazia Materia, il disegno luci di Luigi Biondi.
Un racconto scritto nel 1940, adeguato a oggi. ” Il nostro lavoro drammaturgico spiegano Clara Gebba e Enrico Roccaforte che modifica il testo, eliminando tutti gli elementi esterni alla famiglia e cercando di non tradirne la sostanza, ci ha rivelato un’opera dal linguaggio e dalla struttura piena di spunti musicali e ritmici sorprendenti. Leggendolo, abbiamo colto una metafora attualissima della dialettica oppressiva tra potere immobile e arte, possibile fonte di cambiamento”.
L’universo sonoro cui si riferisce è quello della “musica di tradizione orale” italiana, che è tradizionale e contemporanea al tempo stesso, sacra e profana, potente ed emozionante.
Una musica ancora viva in Italia, dal nord al sud, radicata nei riti che caratterizzano identit  e l’appartenenza. Una musica capace di raccontare il reale, di ispirarsi sempre a ciò che si vive in quel dato momento lavoro, rito, amore, affermazione di diritti, critica del potere.
Protagoniste della storia, una madre e quattro figlie che offrono lo spunto per una articolata riflessione su potere politico, religioso e familiare. E ci riporta alla nostra realt  dove il teatro rischia di sparire, schiacciato da un sistema mediatico e da potenti lòobbi che vogliono soffocare il pensiero.
Corpo, voce, costumi, materiali scenici, impasti di dialetti diversi creano sinergia, in una denuncia cultura e arte rischiano di morire. Senza alcuna speranza di rinascita.

Il Rosario, da Federico De Roberto
Napoli, Villa Imperiale Pausilypon gioved 26 luglio 2012
Ingresso da Grotta di Seiano (Via Coroglio) ore 20.30, inizio spettacolo ore 21.30
Info e prenotazioni al numero verde 800024060 email info@capuanticafestival.it
Il costo dei biglietti è di euro 12 (intero) e di euro 10 (ridotto)
Biglietterie presso il sito archeologico e prevendite abituali
Per saperne di più
www.teatridipietra.org

TERME DI AGNANO/APPUNTAMENTI PER IL WEEKEND

Teatro, musica, danza, cinema, gastronomia, natura. Ingredienti della prima edizione del “Napoli Village Festival”, la kermesse estiva in programma alle Terme di Agnano dal 13 luglio al 9 settembre. Un cartellone ricco, per tutti i gusti ed et , che si arricchir  nei prossimi giorni di nuovi interessanti appuntamenti con teatro e musica.

Nel Villaggio ampio parcheggio, e ancora bar, pizzeria e stand con degustazioni di tante specialit  gastronomiche campane.
Ecco gli spettacoli di questo fine settimana

Venerd 27 luglio Hotel Desdemona, di e con Francesco Paolantoni. La nuova e divertentissima commedia vede in scena, accanto a Paolantoni, Tonino Taiuti, Susy del Giudice, Arduino Speranza, Lucia Rocco, Giampiero Schiano, musiche originali di Antonio Annona, scene di Roberto Crea.

Sabato 28 luglio Novecento Napoletano. Il grande musical ripercorre l’epoca d’oro della canzone classica partenopea, partendo dal canto della Festa di Piedigrotta di Raffaele Viviani. Nel cast, Federico Salvatore, Rosaria de Cicco e quaranta artisti, tra musicisti, attori, danzatori e comparse. La regia è di Bruno Garofalo.

Domenica 29 luglio Peppe Barra nel concerto Canti e Racconti. L’artista con energia istintiva e travolgente, fa convivere mondi sonori e linguistici assai diversi, sempre pregni di grande teatralit  e della sua straordinaria espressivit . E’ uno spettacolo in cui il teatro si trasforma in una trama fitta di sogni, desideri, passioni e sentimenti, citazioni e ricordi.

NOTIZIE UTILI

Ingresso libero al Village dalle ore 18
Inizio spettacoli Festival ore 21.00
Infoline e prenotazioni +39 08119565066 e 081. 5706342

Nelle foto, in alto una scena della pièce "Il Rosario"; in basso, Peppe Barra