Un pizzico di follia nel salotto di Manlio Santanelli per la rassegna  da lui ideata, Il teatro cerca casa. Lunedì 9 aprile alle 18  al Vomero, in via Sagrera 23  debutterà lo spettacolo La Fondazione, scritto da Raffaello Baldini e portato in scena da Stefano Jotti per la prima volta.
Uno testo sulle cose che svaniscono e sul desiderio di conservarle: non a caso è stato scritto durante l’ultimo periodo di vita dell’autore. Il protagonista della vicenda scenica è un personaggio un po’ matto, che colleziona i più assurdi oggetti del passato, preso ossessivamente dall’idea di dar vita a una fondazione che tenga viva la memoria delle cose più sfuggenti: i pensieri; non quelli grandi dei poeti e dei filosofi, che tanto a questi ci pensano già i libri, ma quelli che vengono a tutti quanti in qualche momento della giornata, e sembrano tanto acuti, e poi spariscono nel flusso della vita.
« … tutto quello che io ho raccolto in una vita… i miei sentimenti‑ scrive Baldini ‑ il mio mondo, perché io volevo lasciare un segno, che la mia vita durasse…qui è che non muori, fintanto che ci rimane una sedia, una cravatta, una bottiglia d’ inchiostro, vuota, sì, ma una bottiglia d’inchiostro che hai adoperato tu, che hai scritto tu, fintanto che ci rimane una cartolina che ti ha mandato un amico venti trent’anni fa… le chiavi vecchie che non aprono più niente, ma ti hanno aperto tutto… »
Per assistere agli spettacoli della rassegna organizzata da Livia Coletta e Ileana Bonadies, è necessaria la prenotazione chiamando al 3343347090 – 3470963808 – 081 5782460, oppure attraverso il sito www.ilteatrocercacasa.it. A chi prenota verrà fornito l’indirizzo del luogo che ospita lo spettacolo.

Nella foto di Cesare Abbate, Stefano Jotti