E’ partito il conto alla rovescia per il Napoli Teatro Festival Italia. A dare il via sar  la cantante israeliana Noa che presenter , il 6 giugno, al Teatro di San Carlo (ore 20.30), il disco Noapolis. E un’aura internazionale investe anche questa nuova edizione (dal 7 al 24 giugno, per poi riprendere a settembre, dopo la pausa estiva, dal 25 al 30) che ospiter  in prima italiana Bob Wilson con lo spettacolo musicale “The Makropulos Case” e Peter Brook con “The Suit”, un omaggio alla cultura africana.
DANZA ISRAELIANA E AIR
Tra le novit  segnaliamo i focus sulla scena teatrale argentina e sulla danza israeliana. Napoli, dunque, sta per trasformarsi in un grande palcoscenico che vedr  affiancate le location tradizionali (i teatri Mercadante, San Ferdinando, Nuovo, la Galleria Toledo) e le strade cittadine, la new entry dei grandi alberghi e i suggestivi complessi open air del Parco archeologico di Pausipon a Coroglio e le terme di Agnano.
E il mare sar  presente ancora con lo spettacolo di Antonella Monetti, “E feste a mmare”. Più di 40 i titoli in programma da giugno a settembre. Ci sono testi che si rifanno alla cronaca come “Summer” di Edward Bond con la regia di Daniele Salvo, “Taking care of baby”, adattamento dell’Accademia degli Artefatti su testo di Dennis Kelly, regista Fabrizio Arcuri e “Tommy…non apro! ” di Vincenzo Borrelli.
CUCINA SUL PALCO
Si parla, invece, di cibo in “A bocca piena” di Emanuela Giordano e Mascia Musy e in “Teatro in cucina Sartù” di Rosi Padovani con la regia di Roberto Azzurro. Un tuffo nei classici antichi con “The Rerum natura”, una creazione di Babilonia Teatri, “Il Vantone” diretto da Arturo Cirillo, “L’Ifigenia in Aulide” di Mircea Eliade, regia di Gianpiero Borgia. Poi un omaggio a Eduardo De Filippo nella versione spagnola “Yo, El Heredero” di Francesco Saponaro. Ambiziosa, inoltre, la sfida di portare in scena la nuova drammaturgia. Vedremo in prima assoluta “Igiene dell’assassino” di Amlie Nothomb firmato da Alessandro Maggi, “Museo delle Utopie” diretto da Giuseppe Sollazzo, “Un giorno tutto questo sar  tuo” di Davide Iodice, “L’Angelo della casa” di Antonella Cilento, “Exils” di Fabrice Murgia, “La casa morta” con la regia di Pierpaolo Sepe.
Infine, con “Wonderland” torna a Napoli il regista Matthew Lenton.
Tra i progetti speciali la ripresa di “Arrevuoto” firmato da Maurizio Braucci e Roberta Carlotto con una prima assoluta all’Auditorium di Scampia. Non mancheranno le opportunit  offerte alle giovani compagnie che saranno selezionate nel corso del Fringe Biennale, e uno dei progetti scelti entrer  a far parte del cartellone 2013. A settembre c’è il gran finale con gli spettacoli di Antonio Latella, Valeria Parrella, Enzo Moscato, Gabriele Russo, Lina Sastri e Laura Angiulli.

Istruzioni per l’uso del Napoli Teatro Festival Italia
Incontro alla Feltrinelli di Piazza dei Martiri marted 5 giugno- ore 12

Luca De Fusco, direttore artistico, e Lucio d’Alessandro, rettore dell’Universit  degli Studi Suor Orsola Benincasa e membro del CDA, incontrano la stampa e il pubblico per fornire le istruzioni per l’uso della quinta edizione del Napoli Teatro Festival Italia.

Per saperne di più
www.napoliteatrofestival.it

In foto, il percorso della grotta di Seiano a Coroglio