I ragazzi dell’Accademia vesuviana interpretano “Mater camorra” al teatro Instabile nel centro storico di Napoli (Via Purgatorio ad Arco, 38).
Diciassette giovanissimi si misurano, con la maestrale regia di Michele Del Grosso, con Mutter Courage und ihre di Bertolt Brecht, uno dei capolavori del drammaturgo, poeta e regista teatrale tedesco, tra i più grandi ed influenti del Novecento.

L’opera è ambientata in Polonia, Svezia e Germania tra il 1624 e il 1636 durante la guerra dei trent’anni.

Il sipario si è aperto il 24 aprile e chiuder  l’11 maggio prossimo.
Lo spettacolo è dedicato alla memoria di Gaetano Montanino, guardia giurata che fu uccisa nel 2009 in una sparatoria a Piazza Mercato all’et  di 45 anni.

Una delle protagoniste della rappresentazione teatrale è l’attrice Veronica Montanino, figlia di Gaetano, che afferma” Uno spettacolo dedicato a papa è doppiamente impegnativo, oltre al dovere di scena vi è un sentimento emotivo particolare.
Si sente un dovere morale nei confronti di tutte le vittime di camorra, non solo verso mio padre. Mettere in scena tutto questo e sentirsi questa responsabilit  addosso non è stato facile, ma allo stesso tempo oggi da il senso delle nostre vite, di chi rimane.”

Nella foto , una scena dello spettacolo