La Locandiera o l’arte per vincere alla Galleria Toledo da oggi 8 dicembre fino all’11, prodotto da   Teatro del Loto adattamento e regia Stefano Sabelli con Silvia Gallerano, Claudio Botosso, Giorgio Careccia, Andrea Ortis, Alessandra Evengelisti, Eva Sabelli, Diego Florio, Giulio Maroncelli, Pierdomenico Simone, scene Lara Carissimi, Michelangelo Tomaro costumi, Martina Eschini, disegno luci Daniele Passeri.
Spettacolo vincitore della terza edizione di Stazioni d’Emergenza – Atto III. Silvia Gallerano, l’attrice di teatro più premiata a livello internazionale degli ultimi anni quale straordinaria interprete de La Merda di Cristian Ceresoli, veste i panni di una Mirandolina combattuta fra tradizione e femminilità emancipata.
La vicenda, “traghettata” nel Delta del Po, in un’atmosfera acquitrinosa anni ’50, vuole soprattutto essere un omaggio a capolavori del nostro Cinema neorealista, come Riso Amaro di De Sanctis e Ossessione di Visconti come pure alle più belle commedie di De Sica e al mondo dell’avanspettacolo. Claudio Botosso, fra i volti più noti del cinema italiano d’autore, dà vita al Cavaliere di Ripafratta vero antagonista della protagonista goldoniana.
Nello spettacolo si ascolta mambo latini e standard di Glenn Miller, attori che intonano arie operistiche o “evergreen” del Trio Lescano e Rabagliati. Musica che genera clima da varietà e avanspettacolo, sensuale e ibrido, avvolge la scena come un carillon che si muove a ritmo di swing, di lisci e canzoni.
 Giorgio Careccia, è un seducente e irriverente Conte d’Albafiorita, mix tra gagà e piccolo camorrista; Andrea Ortis, Marchese di Forlipopoli, è un classico ex nobile veneto, spiantato e un po’ alticcio ma con passioni musicali da melomane incallito; Chiara Cavaliere ed Eva Sabelli, nei rispettivi panni di Ortensia e Dejanira, ricalcano, canterine e danzanti, artiste d’Avanspettacolo un po’ sfiorite e démodé; Diego Florio un ruspante e tenace Fabrizio, che fa della sua inadeguatezza la sua forza; Giulio Maroncelli un raffinato Servo, di dubbia sessualità.
Piero Ricci, considerato il più grande suonatore di zampogna al mondo, qui in veste di fisarmonicista, completa con la sua veggente e musicale presenza questa produzione, dove convivono passator cortesi e piccoli bracconieri dediti a facili contrabbandi, attratti da un liscio intonato senza tempo e ritmo, da danzare con prostitute in cerca di clienti da ultima frontiera.”

 

Galleria Toledo teatro stabile d’innovazione

via Concezione a Montecalvario, 34 Napoli t. +39 081425037

linea 1 M / stazione Toledo / uscita Montecalvario
orari spettacoli martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato ore 20.30 domenica ore 18.00

biglietti dal martedì alla domenica 15 euro; ridotto 12euro( convenzionati eover65) / giovani under 30 10 euro promozione  per gruppi  (minimo 10 persone) 10 euro

prevendite www.azzurroservice.net

galleria.toledo@iol.it

www.galleriatoledo.org

facebook.com/GalleriaToledo