Tornano gli incontri dibattito del Sabato delle idee con un tema diventato, purtroppo, di vitale importanza non solo per la Campania ma per l’intero Paese. “La Terra dei fuochi e il futuro dell’ambiente in Campania” è infatti il titolo dell’appuntamento inaugurale del nuovo anno, che si terr  sabato 18 gennaio alle 10, nella sala degli Angeli dell’Universit  Suor Orsola Benincasa. Nel corso della mattinata il governatore della Regione Campania, Stefano Caldoro, e il vicesindaco di Napoli, Tommaso Sodano, si confronteranno con il primo cittadino di Qualiano, Ludovico De Luca, promotore del ricorso al Tar contro la costruzione del termovalorizzatore di Giugliano, presentato da un gruppo di Comuni dell’Area Nord di Napoli, per poi affidare le conclusioni al ministro dell’ambiente Andrea Orlando.

Continuaquello che nel 2013 era stato l’obiettivo principale delle iniziative del Sabato delle idee e che anche quest’anno si delinea come fil rouge tra le due edizioni
sollevare idee, questioni e temi cruciali della vita civile, sociale, economica e culturale per arrivare a proposte e programmi concreti. Proprio per questo motivo la nuova edizione parte con il confronto tra rappresentanti delle istituzioni, medici, esperti e rappresentanti delle associazioni e dei comitati. Le relazioni introduttive saranno affidate ad Aldo De Chiara, avvocato generale dello Stato presso la procura della Repubblica di Salerno e gi  coordinatore della sezione ambiente della procura della Repubblica di Napoli, che sar  affiancato da Raffaele Cantone, magistrato della corte di cassazione, gi  sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.
Insieme, i due esamineranno i punti salienti della nuova normativa in materia ambientale, frutto del recente decreto del ministro Orlando, che ha introdotto il reato di combustione illecita di rifiuti, l’obbligo di informazioni sull’azione penale per fattispecie di reato in cui i fatti comportino delle conseguenze pregiudizievoli sull’ambiente, sulla salute e sulla qualit  dei prodotti agroalimentari, la classificazione dei suoli coltivabili (una mappatura delle aree che individui quelle interessate da fenomeni di inquinamento tali da rendere necessaria la limitazione della coltivazione) e l’istituzione di un comitato interministeriale per semplificare e accelerare le procedure per l’attuazione degli interventi di bonifica dei territori.
A seguire Paolo Rossetti, direttore generale area tecnico-operativa di A2A, esaminer  gli scenari futuri e le ipotesi progettuali in grado di creare un sistema virtuoso di smaltimento dei rifiuti in Campania. L’intervento sar  di grande importanza soprattutto per chiarire il funzionamento e le garanzie sulla sicurezza del termovalorizzatore di Acerra alla presenza dei rappresentati dei movimenti, che si oppongono fermamente alla costruzione di nuovi impianti.
«Ci siamo preparati ad una nuova serie di incontri con entusiasmo e determinazione sempre crescenti» spiega Lucio d’Alessandro, rettore dell’Universit  Suor Orsola Benincasa e co-fondatore, insieme a Marco Salvatore, del Sabato delle Idee, che quest’anno festeggia l’arrivo di un nuovo partner, l’istituto Italiano per gli studi storici, che si va ad affiancare alle altre istituzioni presenti nella rete del progetto.

In foto, Lucio D’Alessandro, rettore dell’Universit  Suor Orsola