Spazio alla legalit , venerd 8 maggio, alle 19 al Keste’ (Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli), per l’appuntamento con lo scrittore Tom Behan che, nell’ambito della rassegna Autori per la legalit , presenta “Il libro che la camorra non ti farebbe mai leggere”(Newton Compton per la collana Controcorrente, pgg. 284 ,euro 12,90) .
L’evento voluto dal gruppo Legalit  Organizzata e Klab Kestè Laboratories, intende creare una zona di luce tra le vie buie di Napoli, dove al contrabbando delle sigarette degli anni Sessanta, si è sostituito lo spaccio di droga, il controllo degli appalti pubblici, lo smaltimento illegale dei rifiuti.
Tutto il mondo di loschi legami tra camorra, politica e societ  civile è anche quello raccontato tra le righe del nuovo libro del professore Behan(University of Kent di Canterbury). E’ Napoli vista da dietro, con lo sguardo attento e impietoso di uno straniero, che ha divorato, negli anni della sua permanenza per lavoro nel capoluogo partenopeo, i rapporti umani e il malaffare facendone prezioso bagaglio da portare con s, dentro di s. Alla terza edizione in Inghilterra, pubblicato anche in Francia, il volume ha gi  vinto in edizione straniera il premio Marcello Torre per l’impegno civile, in italiano presenta due nuovi capitoli di aggiornamento. E, quel barlume acceso da Kestè sta diventando un faro, un punto di riferimento per tutti quelli che da questa citt  non fuggono ma l’affrontano giorno per giorno, che non accettano la nuova accezione di “See Naples and die”.

Kestè Napoli
Ingresso libero

Giornalisti, borsa di studio “Bruno Peretta”

Dedicata a un giornalista che aveva cuore. Venerd 8 maggio, alle 10,30, nella sala delle assemblee del Banco di Napoli di Via Toledo, sar  consegnata la settima borsa di studio “Bruno Petretta”, promossa e organizzata dalla delegazione campana dell’associazione giornalisti europei (Age). L’ambito premio, in ricordo del giornalista dell’Ansa, viene consegnato ogni due anni, a un giovane laureato in una delle Universit  del Mezzogiorno e distintosi per lo studio e la ricerca nel campo dell’economia.
Quest’anno la borsa è stata assegnata a Giovanna Carrano appena laureata all’Universit  di Salerno. Nell’ambito dell’iniziativa sono state istituite speciali sezioni per il conferimento di riconoscimenti ad esponenti delle istituzioni, della cultura e della comunicazione che hanno contribuito a realizzare e diffondere i più alti valori europei.
La delegata regionale Age della Campania, Vera De Luca ed il vicepresidente della sezione italiana Nicola Squitieri, hanno posto l’accento sulle finalit  dell’associazione che sono quelle di avvicinare sempre più i cittadini e, in particolare, le nuove generazioni, agli ideali europei. Durante la cerimonia, un convegno sul futuro dell’Europa, aperto dl presidente dell’associazione giornalisti europei, Nuccio Fava. Partecipano Aldo Patriciello, vicepresidente della commissione Industria e ricerca del Parlamento Europeo; Marcello Palumbo, socio fondatore dell’Age; Pasquale Persico, direttore del dipartimento di Scienze economiche e statistiche dell’Universit  di Salerno e Massimiliano Carullo, vicesindaco di Mercogliano. Interventi di saluto del presidente del Banco di Napoli, Enzo Giustino; del presidente dell’ordine regionale dei giornalisti, Ottavio Lucarelli, e del vicepresidente internazionale dell’Age, Carmelo Occhino. L’iniziativa è patrocinata dal parlamento europeo, dalla rappresentanza in Italia della Commissione europea, dalla Regione Campania e dall’ordine dei giornalisti della Campania.

Nello foto, Behan e la copertina del suo libro