Napoli nel cantautorato ironico. Tony Tammaro, personaggio raccontato dal saggio di Armando Rotondi, “Tony Tammaro cantattore tra musica e macchietta”(Kairòs editore, euro 10) presentato nella Galleria d’Arte Hde, luogo d’incontri e mostre nel cuore del centro storico napoletano. L’evento, organizzato da Francesca di Transo e dall’Associazione Culturale Hde, si propone di introdurre la Napoli vista con gli occhi del cantautore, attivo sulla scena da decenni. Introducono lo scrittore Luciano Galassi, Bernardina Moriconi, docente all’istituto “Suor Orsola Benincasa” nonch curatrice della prefazione, e Andrea Jelardi, docente e scrittore, accompagnati dall’autore del libro e dallo stesso Tony Tammaro, pseudonimo di Vincenzo Sarnelli, che, dopo una breve attesa, arriva in sala facendosi piacevolmente accogliere da abbracci e fotografie, oltre che dalla mostra delle tavole firmate dall’illustratore Manuele Fior. Una location di tutto rispetto per un protagonista che sembra in un primo momento assolutamente disorientato, ma che dopo poco riesce a mettere a proprio agio il pubblico e a interagire con lui.
A precedere la presentazione è un’intervista del cantattore negli di Canale 21. Tony Tammaro non si definisce cantante, quanto piuttosto figura tendente alla macchietta, in realt  vero e proprio Maestro della canzone popolare. Vincenzo Sarnelli viene inquadrato in maniera storicamente accorta, facendo s che il pubblico comprenda la sua importanza artistica a 360 gradi se analizzato bene, qualsiasi artista può essere rivalutato, è il caso soprattutto di Tony Tammaro, che ha fatto della sua vita un vero e proprio palcoscenico. Figlio d’arte, si dedica prima alla musica, poi al teatro. Il vero tamarro, come sottolinea lui stesso, in una coinvolgente sequenza, è colui che riesce a esprimersi mediante autoironia e spontaneit , sfiorando le antiche e popolari macchiette, senza essere volgare.
L’associazione culturale Hde ha sede in Via Piazzetta Nilo, 7. Nasce nel 2006 con l’intento di promuovere eventi culturali, spaziando tra arte, architettura e editoria. Ospita mostre, eventi, manifestazioni e presentazioni di libri. E monografiche di illustratori del calibro di Lorenzo Mattotti, Guido Crepax, Giovanna Dur, e Manuele Fior, con le tavole originali del suo ultimo lavoro.

In homepage, la copertina del libro