Torna la “Notte degli innamorati di Napoli”, manifestazione prevista per domani, sabato 14 febbraio, giorno di San Valentino, promossa dall’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli, con il supporto creativo dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli.
La manifestazione, ideata lo scorso anno dall’assessore Nino Daniele, è ormai inserita nell’agenda degli eventi istituzionali, è inoltre preludio al Festival del Bacio, previsto il prossimo 28 marzo.
La kermesse coinvolge circa 60 luoghi e 13 itinerari con visite guidate, per scoprire e riscoprire le nostre bellezze da punti di vista sempre nuovi. Teatro, musica, mostre, visite guidate ed eventi animeranno tutta la citt , dal centro alla periferia, comune denominatore l’amore e gli innamorati. Cifra caratteristica della “Notte degli Innamorati di Napoli” sono le aperture straordinarie dei siti monumentali e le promozioni speciali, le scontistiche, gli omaggi riservati a tutte le coppie.
Un focus dal titolo “Dell’amore del libro e dei libri dell’amore” è dedicato ai libri con appuntamenti nelle librerie e in particolare presentazioni di libri d’amore e letture, con attori e autori che “a coppia” parleranno del loro primo libro d’amore che li ha avviati alla lettura. Prologo a quest’attivit  la lectio del professore Aldo Masullo sul Simposio di Platone ed Eros filosofo, sul più bel libro d’amore mai scritto, che si terr  l’11 febbraio alle ore 17 presso la sala del Capitolo del Convento di San Domenico Maggiore.

Per chi vuole dedicare il suo San Valentino al teatro, c’è davvero solo da scegliere. Particolare e di grande impatto, l’appuntamento proposto al Grand Hotel Parker’s del Corso Vittorio Emanuele 135
con “Do not disturb – we are in love”, prodotto dal Nuovo Teatro Sanit . Con Carlo Caracciolo, Irene Grasso, Antimo Casertano, Gennaro Maresca, Carlo Gertrude. Scritto da Claudio Finelli e Mario Gelardi, diretto da Mario Gelardi.

Al Teatro di San Carlo, in via San Carlo 98, in programma vi è la “Notte degli innamorati di Napoli al Teatro di San Carlo”.
Visite guidate al Teatro d’Opera più antico d’Europa e spettacoli che hanno come sfondo la potenza dei sentimenti, la forza dell’amore che regola i destini dell’uomo (Otello, Tristano e Isotta nella prova d’assieme, l’opera è diretta da uno dei più grandi direttori d’orchestra al mondo Zubin Mehta). Al Castel dell’Ovo, in via Eldorado 3, “La notte di Virgilio”, percorso narrato e recitato attraverso le gesta del poeta e del suo amore.

Al Cimitero delle Fontanelle, in via Fontanelle 80, “Requie, repueso, refrisco cunzuolo”, percorso narrato e recitato.

Altri appuntamenti al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, al Museo di Capodimonte, alla sala del Lazzaretto dell’ex Ospedale Pace, nell’ex ospedale psichiatrico Leonardo Bianchi (in calata Capodichino 232), nella Chiesa di San Severo al Pendino, al Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella, Museo Filangieri, Domus Ars, Convento di San Domenico Maggiore.
«La notte degli innamorati, che prelude il gi  noto evento del Festival del Bacio, costituisce l’ennesimo tassello della ormai consolidata collaborazione dell’Accademia con l’amministrazione comunale- sostiene il direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli Giuseppe Gaeta – Azioni del genere sono il simbolo della filosofia della nostra Istituzione che ha nella relazione e nel fare rete il suo punto cardine. Mettere a disposizione della citt  le competenze dei nostri docenti e dei nostri studenti costituisce per noi motivo d’orgoglio nella consapevolezza di contribuire concretamente alla crescita culturale del nostro territorio».

Per saperne di più
www.comune.napoli.it

www.festivaldelbacio.it

Nella foto, in alto, una scena di Otello lo spettacolo sar  in programma al teatrino di Corte in mattinata, con il corpo di ballo del San Carlo. In basso, lo scatto di Martina Pizzicato nell’ex ospedale psichiatrico Leonardo Bianchi (in calata Capodichino 232)