Dopo la scommessa ampiamente vinta lo scorso anno torna “il teatro cerca casa”. La rassegna itinerante, ideata e curata da Manlio Santanelli con la partecipazione di Caracò Editore e l’Ordine Psicologi Campania, ancora una volta tenter  di dimostrare che la crisi fa bene al teatro e ai suoi interpreti.
Anche quest’anno la parola d’ordine è sperimentare, creare un circuito virtuoso che colleghi il centro storico napoletano alle realt  di Bagnoli, Portici, Afragola, Caserta, Salerno e Avellino. Ma soprattutto che riunisca pubblico e addetti ai lavori, restituendo al teatro il ruolo di “agor ” ormai perduto. Un cartellone ricco di conferme attento però a dar spazio anche alle nuove proposte. Infatti, accanto ai “tre eventi speciali” curati rispettivamente da Gabriella Stazio, Francesca Rondinella, Giosi Cincotti e Fausta Vetere accompagnata dalla chitarra di Corrado Sfogli, troviamo ben cinque ritorni, ripescati dalla scorsa edizione (tra cui il “Disturbi di memoria” dello stesso Santanelli). Le novit , invece, hanno i volti tra gli altri – di Antonella Plat (esordiente assoluta), Lalla Esposito, Antonella Morea, Fabio Cocifoglia e Fortunato Calvino per dodici spettacoli che promettono il tutto esaurito.
Ad aprire la stagione sar  Antonello Cossia, nella veste di autore e regista di “A fronte alta”, storia del primo boxeur napoletano a disputare un’Olimpiade quella australiana del ’56 – e due volte campione d’Italia nella categoria dilettanti. La pièce ripercorre la vicenda umana e sportiva del pugile arresosi al futuro campione olimpico dopo il primo incontro. Ma la vicenda fa da sfondo alla narrazione degli scenari post bellici di una nazione intenta alla ricostruzione della propria identit  civile e sociale, ridefinendo spazi e costruendo citt  decadute.
Il testo, pubblicato da Guida Editore nella collana per il teatro diretta da Giulio Baffi, è arricchito dalle musiche di Riccardo Veno e i costumi di Stefania Virguti. L’appuntamento è a Portici per venerd 4 ottobre alle 20.30. La prenotazione effettuabile sul sito della manifestazione – è obbligatoria. L’indirizzo esatto della rappresentazione verr  comunicato ai soli partecipanti.

Per saperne di più
www.ilteatrocercacasa.it

In foto, Antonello Cossia