Tracce geometriche di un artista nelle vetrina del negozio di tessuti D’Angelo. Tra i capi d’abbigliamenti esposti, da oggi fino al 6 gennaio, c’è un’opera del 1984 firmata Gianni De Tora, maestro dell’astrattismo geometrico, scomparso prematuramente nel giugno 2007. E’ uno dei dipinti in esposizione negli esercizi commerciali dell’antico quartiere di Piazza Mercato e nel Borgo degli orefici. L’iniziativa, nata nel 2002 per ridare vita, in periodo natalizio, a un’area prima fiorente di commercio, poi pian piano illanguidita dall’abbandono di molte ditte (molte trasferite al Cis di Nola), mostra radici forti ed estese grazie alla partecipazione sempre più consistente di nuovi autori, cercando di avvicinare all’arte visiva anche a chi non entrerebbe mai in una galleria. Lo hanno sottolineato durante la conferenza stampa di presentazione stamattina (coordinata da Francesca Panico) al centro La Bulla di via duca di San Donato gli organizzatori, Roberto De Laurentis, Vincenzo Falcone, Claudio Pellone, affiancati, per la prima volta, dalla gallerista Ilia Tufano che ha curato questa edizione, partecipando anche come artista con "Il libro della notte e della stella".

L’arte in vetrina al Mercato e agli Orefici 2014 inaugura una serie di iniziative natalizie che ricordano quanto quest’angolo di Napoli, gonfio di storia e di monumenti architettonici e artistici, abbia diritto a essere valorizzato tra gli itinerari turistici, proprio come Spaccanapoli.

Tra gli eventi, in programma, nella chiesa di San Giovanni a mare (uno dei gioielli di questo storico lembo di Napoli) il 19 dicembre, alle 17.30 “Natale p’ ‘o munno” ideato e progettato da Laura Bufano con Umberto Franzese apertura al mondo in un abbraccio di pace e fratellanza attraverso la musica di un coro polifonico e gospel. Mentre la basilica del Carmine, il 28 mattina, alle 10.30, sar  palcoscenico della visita guidata teatralizzata dell’associazione culturale NarteA, “Il Crocifisso Miracoloso”, su una pièce realizzata da Febo Quercia e Antimo Casertano un tuffo nella Napoli angioina e aragonese sull’onda di una leggenda passata di bocca in bocca, nei secoli.
Il nuovo anno regaler  una Befana carica di doni per i bimbi (con il contributo della presidenza della Repubblica) all’insegna dello slogan “Dona un giocattolo (nuovo) che regala un sorriso” la manifestazione è promossa dall’associazione Gioventù cattolica nella chiesa di Sant’Eligio (sabato 10 gennaio, alle 18.30). Ci saranno anche la fanfara della brigata bersaglieri Garibaldi e due ospiti speciali, Martina Stella con Sal Da Vinci.
Una tenace operazione di resistenza civile. Una festa corale che conferma come sia importante unire le forze cittadine nel nome della cultura e della solidariet  per crescere. Sconfiggendo degrado e criminalit .

Gli artisti che partecipano alla rassegna "L’arte in vetrina"
Gianni Alfano, Franca Ambrosio, Giovanni Ariano, Alfredo Aversa, Annamaria Balzano, Ciro Balzano, Nadia Basso, Giosè Bonsangue, Antonio Bove, Carmela Bove, Silvia Caliendo, Carmen Campana, Anna Caruso, Pasquale Coppola, Giovanna D’Ausilio, Concetta De Dominicis, Italo Del gaudio, Gianni De Tora, Daniele Di Sena, Anna Di Maro, Rosaria Doria, Gianfranco Duro, Flora Fazzari, Filippo Felaco, Ivan Ferreri, Francesca Fortunato, Maurizio Galasso, Gianfranco Gargivolo, Francesco Giraldi, Valeria Giuliano, Francesco Iuliano, Sonia Iuliano, Antonio Lubrano Lavadera, Rita Lepore, M. Giuseppe Luongo, Giuseppina Maddaluno, Teresa Mangiacapra, Pasquale Manzo, Concetta Marroccoli, Michele Matino, Michele Mautone, Giuseppe Mazzella, Anna Nuzzo, Renata Petti, Mimmo Piscopo, Salvatore Podromo, M. Silvia Rea, Chiara Rojo, Remo Romagnuolo, Mario Romano, Ugo Scala, Giovanni Scialò, Biancangela Sparano, Pasquale Truppo, Ilia Tufano, Maria Ulino, Francesco Verio, Sonia Vinaccia, Vincenzo Visciano.

Per saperne di più

www.facebook.com/pages/LArte-in-Vetrina/1376340989278641?fref=ts

Nelle foto, la conferenza stampa sul tavolo dei relatori c’è l0pera di Ilia Tufano; in basso, "Tracce" di Gianni De Tora nella vetrina di D’Angelo