Inediti percorsi guidati alla scoperta delle bellezze di 19 regioni e 50 centri storici del Belpaese. E’ il tema della XII giornata nazionale del Trekking Urbano dedicata al gusto.
Sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre, cittadini e visitatori avranno un’occasione in più per vivere e scoprire a piedi i luoghi meno conosciuti e i monumenti più nascosti delle più belle citt  d’arte del Paese.
A Napoli sono previsti due itinerari.
Sabato 31 ottobre si parte da via Foria per arrampicarsi su una delle 200 scale napoletane salita Montagnola. Risalendo la collina di Capodimonte si arriver  alle scale del Moiariello, che conservano un carattere agreste. Su via Ottavio Morisani si osserver  la bellezza paesaggistica del Golfo di Napoli il Vesuvio, la penisola Sorrentina, Capri, San Martino. Infine, passando per l’Osservatorio Astronomico, si giunger  alla Reggia e al Parco di Capodimonte.

L’altro itinerario avr  come punto di partenza il piazzale della Certosa di San Martino con il “percorso pedonale più lungo d’Italia” che si snoda lungo le scale della Pedamentina, proseguendo per le scale di Montesanto fino alla Pignasecca.
Infine si giunger  nel centro antico Spaccanapoli. Lungo i due percorsi si incroceranno botteghe e ristorantini con prodotti tipici napoletani spaghetti, pesce, pizze, panzarotti, taralli, sfogliatelle, bab …
L’Edizione 2015 del Trekking Urbano propone i percorsi “poco battuti” dal turismo tradizionale, luoghi spesso chiusi al pubblico oppure scarsamente attraversati dai turisti. Da nord a sud si “attraverser ” la storia del nostro Paese, osservando l’immenso patrimonio artistico italiano.

Non mancheranno i percorsi del Made in Italy con degustazione di prodotti, vini e “piatti simbolo” della cucina italiana
dai fichi farciti di Amelia alla sfoglia di Bologna, dai maccheroni con frutti di mare di Ancona alle olive all’Ascolana di Ascoli Piceno, dai vini DOCG Greco e Fiano di Avellino ai mostaccioli di Cosenza fino ai ciaffagnoni di Manciano.
Ma cos’è il trekking urbano? E’ un’attivit  che coniuga sport, arte, gusto, e voglia di scoprire gli angoli più nascosti e curiosi delle citt , attraverso itinerari caratterizzati da forti dislivelli del suolo e da scalinate. Una forma di turismo “vagabonding”, libera e ricca di sorprese, adatta a tutte le et , senza un particolare allenamento preventivo. Oltre a essere un’attivit  che fa bene al fisico e alla mente, il trekking urbano fa bene alle citt  perch permette di decongestionare le zone attraversate dai flussi turistici tradizionali, allargare il raggio delle visite alle aree più periferiche dei centri urbani e prolungare i soggiorni.

Per saperne di più
www.trekkingurbano.info