Cappelli, cappelli, cappelli. Colorati, ironici, eleganti, da giorno e da sera, classici e d’avanguardia, ornamento bizzarro o diktat del galateo, mai dimenticati anche se passati un po’ di moda, sono in mostra da stasera in Via Martucci, nel laboratorio di Silvana Sferza, artista e collezionista.

Più di cinquanta esemplari, realizzati dagli anni ’30 a oggi dalle sapienti mani degli artigiani che nel tempo hanno interpretato e inventato mode e stili. Non a caso, proprio nella prima met  del secolo scorso, i modelli divennero più dispendiosi, seguendo la tradizionale tendenza femminile della moda, e nascevano anche creazioni artistiche, pezzi unici, lavorati a mano dalle modiste.

Silvana Sferza mette in mostra il suo tesoro, dopo aver proposto un piccolo assaggio l’anno scorso, quando nella sua vetrina ne aveva esposti alcuni esemplari.

“La cultura del cappello si è un po’ persa spiega ma in realt  si tratta di un oggetto che le donne continuano ad amare, quando parlo della mia collezione i commenti sono sempre appassionati”.

La sede della mostra è il laboratorio Artic49 dove la Sferza ha il suo studio d’arte e il marito crea caleidoscopiche vetrate artigianali.

Oltre alla collezione sar  presentato anche un video che mostrer  oltre 250 cappelli di ogni epoca e foggia un documento straordinario di storia della moda e di alto artigianato.
E se l’etichetta non impone più il capo coperto, lo stile invita alla sperimentazione e alla personalizzazione della mise, magari con un copricapo d’epoca.

Torna il cappello, dal 10 al 30 dicembre, inaugurazione 10 dicembre ore 18.30. L’iniziativa, nasce dal rilancio del progetto viamartuccidesign, idea di Maria Pia Incutti che in questa storica strada ha voluto dare vita al suo Plart, Museo della pastica.

ARTIC49 arti&cult

Via G. Martucci 49, Napoli

Cell. 339.153.37.19
www.silvanasferza.it

Guarda le opere di Silvana Sferza in video
www.youtube.com/watch?v=7ytRRYvTKHY

In foto, un assaggio della mostra