Conto alla rovescia per Campania by night, archeologia sotto le stelle, realizzato da Scabec e finanziato dalla Regione Campania. Gioved 8 settembre appuntamento “La Notte di Plinio, le ultime ore di Hercvlanevm. E ancora a Pompei oggi e domani, dopo la passeggiata notturna tra le rovine della citt  eterna, sul palco dell’Arena Artecard saliranno due esponenti della danza contemporanea internazionale, Paul Blackman & Christine Gouzelis che presentano un estratto di "Lucid", uno stato vivace e surreale di movimento e musica in cui la ripetizione di comportamenti, pensieri, azioni, diventa oggetto di attenzione della coreografia. Osservando e esplorando questo ciclo infinito di azioni ed errori, che è pieno di contrasti e contraddizioni, ci si chiede se ogni nuovo inizio è davvero un nuovo inizio o solo un susseguirsi di ripetizioni.
La visita negli Scavi parte dalla Palestra Grande con la mostra "Egitto Pompei", e prosegue in alcune domus recentemente restaurate, quella di Octavius Quartio e della Venere in Conchiglia, con i suoi splendidi affreschi. Infine in visita la Praeda di Giulia Felice, complesso edilizio organizzato come una "villa urbana" e caratterizzato da una sala da pranzo estiva decorata con pitture rappresentanti paesaggi di terre lontane. La rassegna di spettacoli in programma nell’Arena Artecard è a cura di Luigi Gallo.
Sabato 10 settembre a Villa Arbusto di Ischia, la rassegna a cura di Laura Valente “Old Song, New Sound” porter  sul palco del complesso archeologico il debutto del nuovo spettacolo di Cristina Donadio, “Kiki da Rua Catalana a Montparnasse”. Accompagnata dal Marco Zurzolo Ensemble, la Donadio porter  in scena uno spettacolo ispirato alla vita della modella francese Alice Prin, musa ispiratrice del dadaista statiunitense Man Ray.

Termina questa settimana, in programma fino a domenica 11 settembre, la passeggiata illuminata ai Templi di Paestum realizzata dal light designer argentino Jorge Pastorino. Con l’ausilio dell’ APP Paestum di Notte una visita singolare e privata del Parco Archeologico che meglio conserva le testimonianze della colonia greca in Italia.
Nel Cilento, l’estate archeologica è stata davvero magica. Si chiude con un bilancio molto soddisfacente. Nel parco archeologico di Velia, nei mesi estivi, si è registrato un notevole aumento del numero dei visitatori + 23% rispetto al 2015 per un totale complessivo di 14.355 presenze, con un +16% nei mesi di luglio e agosto e un picco nel mese di giugno, per il quale si segnala un incremento pari al 44%. Un risultato molto importante che premia gli sforzi messi in campo dalla Soprintendenza, guidata da Francesca Casule, con la costante e preziosa collaborazione del Comune di Ascea, del concessionario dei servizi aggiuntivi arte’m e delle diverse associazioni del territorio.

Per saperne di più
www.campaniabynight.it

Nella foto, uno scorcio notturno di Paestum