Ultimo appuntamento al Museo Madre di Napoli (via Settebrini 19) per la rassegna La scrittura visuale/La parola totale. Oggi (gioved 15 gennaio) alle 17 nell’ambito del programma di mostre e incontri, a cura di Giuseppe Morra e inaugurato a settembre, sulla storia della poesia visuale partendo dal panorama internazionale per arrivare a quello nazionale, Luigi Esposito, compositore e performer napoletano nonch critico musicale, presenta il volume Un male incontenibile. Svano Bussotti artista senza confini (ed. Bietti), una biografia del grande compositore italiano.
Esposito, allievo di Bussotti, racconta la vita e l’opera del maestro fiorentino, intervallando aneddoti e documentazione in un contenitore ricco di testimonianze, cronache, interviste e esecuzioni di pagine musicali.
Alla presentazione interverranno Daniele Lombardi, celebre pianista e compositore fiorentino (foto), Andrea Viliani, direttore del Museo Madre e Giuseppe Morra, direttore del Museo Nitsch. Nell’ambito della sezione Pre Post Alphabet, concepita come avvicinamento tra le opere delle figure cardine della poesia visiva e alcuni artisti di generazioni successive, l’artista Diego Tonus conversa con Eva Fabbris e Andrea Viliani, presentando il suo primo libro intitolato Five Cases of Intrusion, contenente le trascrizioni delle registrazioni risultanti dai dialoghi avuti con interlocutori incontrati durante le sue presentazioni in diverse citt  nel corso degli ultimi cinque anni.
Oltre ai testi frutto delle molteplici esperienze avute con il pubblico, il libro contiene immagini narranti le varie interpretazioni della pratica dell’artista. Mentre all’interno di Pre Post Alphabet Gigiotto Del Vecchio presenta l’installazione sonora "D’une part, 1987" "D’autre part, 7891″ di Jan St. Werner, membro dei Mouse on Mars. L’installazione è costituita da registrazioni di due poemi tratti da Le homard cosmographique di Henri Chopin, “scratchiati” dall’artista. Gran finale con il concerto di Daniele Lombardi per pianoforte, Suono Segno Gesto a Firenze. Il celebre musicista esegue brani di Svano Bussotti, Giuseppe Chiari e alcune sue composizioni.