Libri a teatro. Nel foyer del Diana (in via Luca Giordano 64- Napoli) domenica 2 marzo alle 11.30 si presenta il romanzo di Delia Morea "Una terra imperfetta"
(Avagliano editore). Con l’autrice, intervengono Donatella Gallone e Luigi Necco.
Protagonista di queste pagine (quasi quattrocento) è la Napoli del colera, ma anche della Belle poque e dei Caffè Concerto. Il prologo ci trasferisce nell’atmosfera cupa dell’ epidemia che colp la citt  nel 1884 dove a recare sollievo ai malati c’è un giovane medico svedese, Axel Munthe, impegnato anche al capezzale di una giovane donna dai capelli corvini e dalla carnagione olivastra.
Estrelita Rodigruez, cos si chiama la sconosciuta assistita da lui, morir  l’anno successivo a causa della sua debole fibra e lascer  al mondo Annina, la figlia avuta dal marito (giocoliere e acrobata) Antonio Diamante. E questa è la sua storia, la storia di una ragazza colpita dalla sacra passione per il canto.
Attorno alla sua vita complicata da un matrimonio sfortunato, ruotano personaggi veri e di fantasia. Ma la vicenda è un bel pretesto per raccontare le mille anime di Napoli, metropoli sfavillante, attraversata da mille contraddizioni. Povert  e ricchezza, amore e morte, fedelt  e tradimento s’incontrano in un affascinante affresco di vizi e virtù che restituiscono l’atmosfera frizzante di una ex capitale brulicante di teatri, artisti e intellettuali, ancora in cerca del suo nuovo ruolo nell’Italia unificata.
La scrittura seducente spinge chi legge a inseguire, con emozione, l’ultima parola di un’autrice che ha firmato anche intense pièce teatrale nate da un immenso amore per il palcoscenico trasmessole dalla madre, sin da bambina.

In foto, la copertina

mercoled 26 febbraio 2014