Positano Teatro Festival rende omaggio a Marilyn Monroe e a Mia Martini. Stasera alle 21 in piazzetta di Liparlati in scena Cristina Donadio e Lalla Esposito, da un’idea di Gianmarco Cesario , arrangiamenti Giosi Cincotti , immagini Daniela Capalbo , proiezioni a cura di Giorgio Pinto.

Due donne, un’attrice e una cantante, due destini simili, si incontrano in un non luogo, si confrontano, si parlano e ci parlano di loro.
In comune, oltre al loro tragico destino, le iniziali dei loro nomi d’arte M.M., la bionda Marilyn e la piccola Mim. La prima è icona mondiale di femminilit , sensuale e fragile, la seconda una gran voce che ha graffiato il cuore di generazioni di pubblico, entrambe sono sopravvissute alla calunnia ed alla loro stessa vita.
Interpreti, due bravissime artiste, Cristina Donadio e Lalla Esposito, con le loro spiccate personalit  di attrici e di cantanti, interpretano il modo interiore e quello più spiccatamente artistico delle due star, i pensieri dell’una e le canzoni dell’altra, canzoni che fanno parte dell’immaginario collettivo di tutti noi. Uno spettacolo che è anche un pretesto per ricordare, attraverso le figure di due donne simbolo, le migliaia di altre donne che, nel loro anonimato, come loro hanno sofferto il male di vivere a causa delle violenze, gli abbandoni, le maldicenze, i tradimenti, che hanno minato le loro esistenze.
Domani , sempre alle 21, la rassegna diretta da Gerardo D’Andrea si sposta in piazzetta Nocelle per “Vacanze turche” con Rosaria De Cicco, Cinzia Mirabella e la partecipazione di Mario De Felice. Scritto e diretto da Rosaria De Cicco e Cinzia Mirabella. Tecnico luci Nicola Lettieri. Abiti di scena Fabio Geda . Direttore di Produzione Andre Axel Nobile.
Due donne alle prese con una vacanza dal sapore orientaleggiante. “Vacanze Turche” è il divertentissimo spettacolo che cerca di mettere in risalto l’universo femminile, con tutti i suoi falsi miti che la societ  contemporanea impone. Un vero e proprio manifesto. Un racconto esilarante, in cui è facile riconoscersi poich si esternano le solitudini e le nevrosi (ormai ricorrenti) di alcune donne in et  matura. A irrompere sulla scena, un turco alquanto sexy che turber  le coscienze di entrambe, spingendole a riflettere sulla propria vita.
La manifestazione positanese si è aperta con uno spettacolo di danza ispirato da testi della scrittrice Antonella Cilento e con il conferimento della cittadinanza onoraria allo scrittore Raffaele La Capria "per aver dato lustro a Positano, attraverso la propria arte, gettando le fondamenta di quell’indissolubile vincolo che per sempre lo legher  alla nostra citt ".

In foto, sopra, Marilyn; in basso, una scena di "Vacanze turche" e La Capria riceve la cittadinanza onoraria