“Ci vogliono molti anni per diventare giovani ” queste le parole di Pablo Picasso scelte perla veterana testata “Arte &Carte” Immagini Percorsi Utopie della cultura contemporanea, diretta da Antonio Filippetti. Il “Periodico di cultura informazione e creativita’ artistica”, che compievent’ anni.

Per l’occasione, quei giovani di allora e i più giovani di adesso, quel gruppo di “coraggiosi incoscienti”, si è ritrovato ancora insieme attorno a un punto da fissare, a un progetto da condividere, a una nuova idea da divulgare a operatori culturali, artisti, studiosi e amici che ieri hanno gremito la splendida location di Villa Doria d’Angri, in via Petrarca, a Napoli. Sede dell’Universit  Parthenope.
Il rettore Claudio Quintano ha aperto l’incontro. La villa, che presenta gi  un percorso espositivo di 160 modelli di navi, si propone come futuro possibile polo museale del mare, ha affermato nel suo intervento il professore Antonio Scamardella, ordinario della facolt  di economia,( Universit  Parthenope), sottolineando che, in occasione del forum delle culture del 2013, è stata scelta la sede universitaria di via Acton come centro degli studi per le migrazioni.
Presentando l’amico Filippetti , il professore ne ha poi sottolineato l’ impegno a superare i tanti ostacoli che lo hanno portato fin qui,a condividere la gioia di questo momentaneo approdo.
Per il ventennale del periodico,(anche online), è stata pubblicata una curatissima edizione speciale dedicata alla memoria del grande amico e scrittore Romano Piccichè, qui, accanto a grandi “pezzi” d’arte, di cinema, poesia e letteratura, ripescati dal folto archivio, e sempre di una straordinaria attualit , colpisce il rinnovato desiderio di continuare a fare cultura, anche ora che, come afferma lo stesso Filippetti, la cultura è vista come un momento insignificante,ora chela cultura sembra non contare nulla. Ma, al di l  della globalizzazione c’è ancora una piccola parte di uomini che guarda il mondo, cerca di cambiare le sue strategie,di compiere una svolta radicale perch può ancora dire, veicolare, comunicare attraverso le pagine di una rivista. Perch paradossalmente ha aggiunto Filippetti “La forza della cultura sta nella consapevolezza della sua debolezza”.
E allora quel piccolo gruppo di persone , al centro di una nuova avventura, riprende il largo con una navigazione rafforzata da giovani venti che sostengono ilprogetto “Arcarte, la caravella dell’arte” navigazioni culturali del terzo millennio.
Continuano quel diario di vita a bordo di arte & carte, di una vita vissuta per la cultura, per la difesa e la valorizzazione dell’arte, chiedendosi ancora che fare? Navigano consapevoli che “prima o poi qualcosa dovr  necessariamente cambiare”.

Per saperne di più www.arteecarte.it

In foto, Villa Doria d’Angri