“Venti d’Oriente” su Napoli. Soffiano al Blu di Prussia, spazio multidisciplinare di Giuseppe Mannajuolo e guidato da Mario Pellegrino, con la mostra di nove fotografie realizzate da Chan Hyo Bae, Tiffany Chung, Loan Nguyen, Yang Yongliang. Grande formato per le opere esposte in un evento curato da Maria Savarese e Claudio Composti con la galleria milanese mc2gallery.
Una riflessione sull’oggi, partendo dal bagaglio socioculturale dei protagonisti, attenti alla loro identit  e alle loro origini, malgrado alcuni di loro ( è il caso di Loan Nguyen nata in Svizzera ma di origine vietnamita, attenta alla contemplazione, con sguardo alla tradizione Zen. e Chan Hyo Bae, fotografo sud-coreano che ha studiato a Londra e abita a Toronto) siano ormai figli dell’Occidente. Mentre l’artista cinese Yang Yongliang vive e lavora a Shangay, ispirandosi lavoro all’antica tradizione pittorica delle stampe Shan Shui e Tiffany Chung, premiata alla Biennale di Sharjah- Emirati Arabi, svetta nel contemporaneo vietnamita, esplorando la la cultura popolare giovanile in Vietnam e la cosplaymania.
Al centro delle loro proposte, temi che li hanno segnati da figli di esuli, allevati in stati occidentali o da cittadini di paesi dove si allunga minacciosa l’ombra della censura, come in Cina, dove l’arte spesso coincide con la dissidenza politica. Alla luce del fallimento dei grandi sistemi ideologici (comunismo e capitalismo), nasce un’ottica che vuole superare il gap tecnologico/culturale attraverso nuove economie di mercato. Senza scalfire il potere di seduzione che emana da queste terre lontane.

Venti d’Oriente, a cura di Maria Savarese e Claudio Composti
Vernissage mercoled 8 maggio 2013, ore 18-20,30
Fino all’otto giugno
Al Blu di Prussia, Via G. Filangieri 42, Napoli

ingresso libero mar-ven 16.30-20; sab. 10.30-13 e 16.30-20

In foto, Purple Puddle and Bubble Shooter per Tiffany Chung