Dentro e fuori il museo. Di domenica. Due opportunità per trascorre il weekend accarezzati dalla brezza dell’arte. Il 10 settembre, alle 11, al Museo a al Real bosco di Capodimonte, appuntamento con il ciclo dei laboratori “Gli elementi del contemporaneo. Che forma ha il vento?”.
Incontro dedicato alle famiglie con bambini di età compresa fra i 6 e gli 11 anni. L’appuntamento del mese di settembre, dominato dal segno zodiacale della Bilancia, approfondirà l’elemento aria analizzandone la mutevolezza delle forme.

kounellis| ilmondodisuk.com
L’opera di Kounellis a Capodimonte. In alto, Villa Pignatelli

Le opere di Fabro, Ontani, Merz, Pistoletto e Marisa Albanese, opportunamente illustrate da Daria Giampaglia dei Servizi Educativi di Capodimonte, aiuteranno i giovanissimi visitatori a dar vita a originali sculture mobili realizzate, con il supporto di mamma e papà e dell’operatore didattico, utilizzando cartoncini colorati, veline, pastelli, carta stagnola e fogli di rame messi a loro disposizione.
Al termine del laboratorio (a partecipare gratuita con il solo biglietto di ingresso del Museo) gli artisti in erba potranno portare via le loro coloratissime opere. Il laboratorio è gratuito, incluso nel biglietto d’ingresso del Museo.
La prenotazione è obbligatoria al numero: tel. 081440438 (da lun. a ven. ore 10.00-14.00); e-mail info@progettomuseo.com e attendere la risposta con conferma di disponibilità. Sabato: tel. 0817499130 (10.00-13.00 | 15.00-17.00).
Per raggiungere il Museo di Capodimonte: Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo) Fermate a richiesta lungo il percorso. Tariffe da 2 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti
Nel giardino di Villa Pignatelli,  invece, già da sabato 9, oltre domenica 10  settembre dalle 10, si svolgeranno gli incontri di Meditazione sonorovibrazionale, condotti dal maestro Alexandro Nardulli, presidente dell’associazione Be.Na.Res.
Dopo gli incontri dedicati allo Yoga, al Taijiquan e Qigong, ecco le antiche discipline basate su un armonico rapporto tra corpo e mente, proponendo così il museo come luogo di incontro e di aggregazione,  valorizzando non solo il luogo ma anche la conoscenza di una cultura del benessere che comprende e accoglie arte, antiche culture di cura naturali, musica e letteratura.
Partecipazione con il biglietto di ingresso al giardino di 2 euro, fino a esaurimento posti. Informazioni e prenotazioni tel. 333 7384007.