Estate alle porte, tempo di weekend al sole, si scende verso Sud, verso le spiagge e borghi da riscoprire tra antichi palazzi e, perch no, creativit  contemporanea. Come nel caso della Locanda delle donne monache di Maratea, albergo di charme ricavato dalla conversione di convento settecentesco. L’hotel ha adottato un’artista, Carla Viparelli, e ne ospita per tutta la stagione, fino a ottobre, una selezione di opere.
“Tutto è nato nel 2008 racconta Viparelli quando una mostra organizzata dalla soprintendenza mi portava prima a palazzo Lanfranchi a Matera e poi a Palazzo De Lieto a Maratea. Il secondo spazio però non riusciva a contenere tutta la mostra e un funzionario della soprintendenza, Michele Saponaro, mi sugger di portare un catalogo alla Locanda. Il direttore, Vincenza Lamagna, mi invitò ad esporre in quella sede le opere rimaste escluse e da allora ogni anno allestisco una mostra nell’albergo, da aprile ai primi di novembre”. Alla prima mostra è seguita anche una rassegna di stage d’artista, per allietare il soggorno dei villeggianti con seminari di artisti e eventi a tema. La location, del resto, si presta particolarmente per la bellezza degli ambienti e per l’atmosfera. Agli ospiti dell’hotel, ma anche a chi è di passaggio solo per una cena o un aperitivo, sono dedicati dunque i celebri e incantevoli menù della Viparelli, giochi di immagini e parole,cos come le sue tele.

Appena tornata da Barcellona, ospite italiana di un’importante rassegna sul libro d’artista, “Vip” si prepara a una tappa a Merano dove parteciper  alla mostra Cantica per la terra, organizzata da Tobia Rav  che sar  presente alla Biennale di Venezia. A seguire,Carla sar  presente alla Galerie Sponte di Parigi.

Nelle immagini, Carla Viparelli al festival del libro d’artista di Barcellona

LA NOTIZIA
Carla Viparelli sar  protagonista alla galleria Sponte di Parigi da venerd 20 maggio (ore 18) con il progetto “Naples, mon amour”. Con lei, altri quattro artisti napoletani Bruno Fermariello, Michele Iodice, Massimo Latte e Oreste Zevola